FANDOM


John Kratos
John kratos
John Kratos

Nome:

John Kratos

Data di nascita:

05 maggio 1977

Nato a:

Sparta, Grecia

Nazionalità:

20px-Flag_of_Greece.svg.png Grecia

Altezza:

197 cm

Peso:

119 kg

Anno di debutto:

2005

John Kratos (Sparta, Grecia, 05/05/1977) è un wrestler greco sotto contratto con la Wrestling Triumph Federation, la World Blooody Fight Federation e la Jack Leone Wrestling, dove combatte con il suo nome completo, e La Playa Wrestling Stars, dove lotta semplicemente come Kratos. Il lottatore milita nella WBFF Wrestling a partire dal 2005 ed ha preso parte ad alcuni eventi organizzati dalla R-Pro. È il fondatore e leader di Violence Club e Chaotic Existence.

Biografia Edit

Infanzia e primi anni nel Wrestling Edit

Nato nel 1977 a Sparta, Kratos ha sempre considerato il suo luogo di nascita come 'speciale', a tal punto da promettere a se stesso di voler diventare famoso per poter parlare di questo luogo glorioso. Fratello maggiore di due figli, John divenne fin da giovanissimo un fan del Wrestling, cominciando ad allenarsi in palestra per formare il suo fisico per poi prendere lezioni di Wrestling già da adolescente. Tuttavia, la morte accidentale del fratello Kyrios lo spinse ad abbandonare i suoi progetti di diventare un lottatore. Il lottatore ha deciso di non spiegare ufficialmente cos'ha fatto dalla fine degli anni '90 al 2004. Nel gennaio 2003 si trasferì negli USA a Nashville, Tennessee, decidendo di riprendere ad allenarsi per diventare un lottatore, così il suo debutto in una federazione di Wrestling venne rimandato al lontano 2005, quando Kratos aveva già 28 anni. La gimmick da lui interpretata gli parve chiara fin dall'inizio: The Greek Warrior, il guerriero spartano.

Vita Privata Edit

Nel 2015, Kratos ha dichiarato in un'intervista di essere ancora scapolo e di non avere alcuna intenzione di sposarsi, in quanto non considera il matrimonio in sintonia con il suo pensiero. Ha intrapreso una relazione con la lottatrice della WBFF Wrestling Sara Slaughter. La conclusione burrascosa della relazione ha successivamente portato al licenziamento della lottatrice. Pensa di trasferirsi in Grecia quando avrà finito la sua attività come lottatore negli Stati Uniti, dove risiede tuttora a Nashville, Tennessee. Si considera un ateo convinto ed amante della mitologia greca.

Federazioni di Wrestling Edit

John Kratos esordisce nella piccola New Wrestling Promotion (NWP) nel giugno 2005, ma passa quasi subito nella WBFF Wrestling dove fa parte del roster/powerplant Death Shiver. In pochi mesi raggiunge il main roster e rimane nella federazione per dieci anni, con diversi periodi di assenza. Prende parte alla Playa Wrestling Stars nella primavera del 2014 con il nome di Kratos (senza John), alla Jack Leone Wrestling sotto il nome di Maskos, allievo del Jack Leone Dojo, e nella Wrestling Triumph Federation nell'ottobre 2015. Occasionalmente, dal 2014 prende parte a eventi organizzati dalla R-Pro.

WBFF Wrestling (2005-2012) Edit

Background fittizio del personaggio (WBFF Wrestling) Edit

Quella che segue è la storia di finzione, che assolutamente non riguarda eventi reali della vita del lottatore, anche se lui stesso ha scelto di portare sullo schermo temi come l'abbandono paterno e la morte del fratello minore, mischiandoli con la finzione del suo personaggio.

Cresciuti a Sparta, John Kratos e suo fratello Kyrios sono stati istruiti dal padre alla mitologia greca. Nel 1986, in un'incidente stradale sua madre e suo fratello perdono la vita, mentre il padre si allontana per dedicarsi alle sue ricerce scientifiche. In realtà, a soli nove anni, John viene inserito nel Progetto Olimpo, un esperimento scientifico che serve a testare il potere di una convinzione innescata nella mente, nel suo caso una forte fede negli dei dell'Olimpo, che compaiono dinnanzi a lui come 'visioni mistiche'. Per tutti gli anni seguenti, Kratos entra in contatto con gli dei, che gli affidano il compito di portare nel mondo la gloria di Sparta. La sua vita è una guerra personale contro il mondo intero per mostrare a tutti che gli dei dell'Olimpo sono reali.

Tuttavia, il Greek Warrior, dopo una visione di suo fratello Kyrios, inizia a dubitare delle visioni e comincia a temere di essere pazzo. Per testare la sua follia, pugnala al petto Kyrios, vedendolo morire, ma il suo cadavere non è più presente, in quanto si trattava di una sua visione. A quel punto, Kratos intraprende un viaggio per giungere alla verità sulle visioni degli dei, ormai convinto che si tratti di una forma di malattia mentale. Infatti, il greco scopre l'esistenza del Progetto Olimpo, ma rimane sorpreso nel sapere che uno fra i tre responsabili era suo padre. Decide di punirli dando una spietata caccia all'uomo e riesce a 'giustiziare' due di loro, lasciando il padre per ultimo, mentre sta dando un comizio universitario in cui vuole svelare al mondo l'esistenza degli dei. È il cuore del padre a cedere quando John non è in grado di far nulla nei suoi confronti, ma prima di morire rivela al figlio di aver scoperto che gli dei dell'Olimpo sono realmente esistenti. John Kratos decide di non credere alle sue parole e, nella solitudine, le visioni cessano definitivamente. Talvolta nella sua vita ha dei momenti in cui crede alle parole del padre e quindi all'esistenza degli dei, ma si tratta di momenti sporadici. Nel 2011 il Greek Warrior rifiuta l'esistenza di qualsiasi creatura superiore.

Il nuovo obiettivo dello spartano è dunque di mantenere alta la gloria della sua nazione, ma allo stesso tempo vuole portare il 'vero Io' di ogni individuo in quella che lui definisce Chaotic Existence, ovvero l'Esistenza Caotica. Il Caos salva le persone perché toglie ogni maschera che devono tenere nella società. Dunque, Kratos cerca così di 'salvare' alcuni suoi avversari, combattendoli per renderli discepoli del Caos, combattendo inoltre chi segue l'Ordine naturale nella sua esistenza. Nel 2015 il wrestler comincia a dubitare che il Caos sia davvero così potente, al punto da lasciare la Chaotic Existence per seguire il suo percorso individuale.

Debutto - I primi mesi senza vittorie a Death Shiver Edit

Il debutto di John Kratos in WBFF Wrestling avvenne il 22 ottobre 2005 a Death Shiver, subito in una sfida valida per il WBFF Deadly Shiver Championship contro Euginio in un Hell in a Hole match, vinto proprio dal suo avversario. Il lottatore provò nuovamente a conquistare la cintura la settimana seguente in un Fatal 4 Way match in cui Euginio sconfisse Kratos, Denny Locker e Captain Devil. Il 4 novembre Kratos affrontò Captain Devil in un #1 contender match per la cintura Deadly Shiver. Ancora una volta, il Greek Warrior venne sconfitto.

Nonostante le disfatte subite, l'11 novembre il lottatore ebbe la possibilità di essere promosso in uno dei due roster principali in una 6 men Elimination Chamber, ma fu il primo ad essere eliminato. Dopo un'altra sconfitta in seguito contro il Team Latino, Kratos venne rilegato a lottare per la seconda cintura, l'Universal Championship. In un King of the Palace match, Kratos arrivò ad un passo dalla vittoria, ma fu Chris Stefler ad avere la meglio. Senza aver mai vinto un match, il Greek Warrior viene inserito nella 10 men Elimination Chamber del roster di Extreme Hell, insieme ad altri lottatori di Death Shiver. Il lottatore fu in grado di resistere a lungo e venne eliminato dal vincitore Garet Jax, che divenne il nuovo Hardcore Champion. Grazie alla sua prestazione, Kratos partecipò ad un tag team match a Bloody Desperation in coppia con Chris Stefler contro Bruce Borgetti ed MV3, venendo sconfitto.

L'aumento di popolarità e le prime vittorie Edit

Un'altra grande opportunità per John Kratos fu il match di qualificazione al Turmoil Death match di Freezing Evolution contro Jack Leone, vinto da Mr. Attitude, ma che permise comunque al Greek Warrior di partecipare al pay per view affrontando Crazy Matthew in un Barbed Wire Ropes match. Fu lì che Kratos vinse la sua prima sfida, per di più in un evento a pagamento.

Kratos si trovò ormai parte del roster di Extreme Hell ed il suo primo feud fu contro un altro lottatore proveniente da Death Shiver: Matt Jordan. I due si affrontarono in ppv a The People's Choice 2006, dove il Greek Warrior ebbe la meglio sul rivale grazie alla Last Breath. Tuttavia i due ebbero un rematch a Bloody Desperation il 13 marzo, dove Jordan ebbe la sua rivincita. Ebbe inizio un feud fra il Greek Warrior e "The Sword" Mick Trevor, che ebbe il suo picco a The Last War 2006, quando Kratos vinse la rivalità in un Fans Bring the Weapons match. Era ormai il mese di aprile e per il Greek Warrior si stava avvicinando una grande opportunità di carriera.

Survival Champion per 24 ore Edit

Il 13 aprile, Kratos sconfisse The Lost Soul (l'ex Destroyer) in un match di qualificazione per il pay per view Symphony of Darkness. Tuttavia, a causa degli screzi con Sylvia Madison ed il New Doom Syndacate, Kratos dovette affrontare anche Maximo la settimana seguente, riuscendo a batterlo. Venne concretizzata una sfida a quattro lottatori per il Survival Championship detenuto dal membro del New Doom Syndacate Brystol Squibb.

Il 30 aprile, a Symphony of Darkness 2006, in un House of Abduction match, John Kratos sconfisse Brystol Squibb, Maximo e Captain Devil, ottenendo così il suo primo titolo in carriera: il Survival Championship. La sera seguente, Sylvia Madison, ormai con grande potere in suo possesso, costrinse Kratos a consegnare la cintura di Survival Champion per via di un accordo con la New Wrestling Promotion, che saltò all'ultimo momento, ma Kratos non ebbe più la cintura guadagnata, data da Sylvia Madison al wrestler Brock Johnson.

Partì immediatamente un feud fra Kratos e Johnson, che si concretizzò in una sfida non titolata ma valevole per il torneo Survivor of the Ring 2006, in cui la 360° Star sconfisse sia il Greek Warrior che Bryan Kazama in uno Scaffold Steel Cage match. Finì così la rincorsa titolata del lottatore.

Kratos vs Kazama - la relazione con Sara Slaughter Edit

I due sconfitti nello stesso match a Survivor of the Ring, Kratos e Kazama, continuarono la rivalità in corso. Il Greek Warrior venne sedotto da Sara Slaughter, che assumette un potere maggiore ad Extreme Hell arrivando a gestire i match. La Slaughter si sentì minacciata da un lottatore ed i sospetti di Kratos caddero su Bryan Kazama. Il Greek Warrior svolgeva dunque il ruolo di guardia del corpo della donna di potere. Il 29 giugno ad Extreme Hell Kratos sconfissee The XXXtremizer e lanciò il segnale a Kazama di volerlo combattere. Il duello avvenne a Blood River 2006 il 2 luglio, in un 30 Minutes Iron Man Death match. Il vincitore fu Kratos, capace di resistere per tutta la sfida ed uscire a testa alta.

A Bloody Desperation, Kratos venne ufficialmente spedito nel roster di Extreme Hell, mentre Kazama lanciò una minaccia a Sara Slaughter. La minaccia si concretizzò quando Sara Slaughter venne trovata morente dopo la scoperta shock che lei era la sorella di Kazama. Anche se ufficialmente si trattava di un colpo al cuore, Kratos era convinto che la causa fosse proprio Kazama e della sua rivelazione. Nelle settimane seguenti la collera del Greek Warrior si concretizzò con attacchi brutali nei confronti dello Scorpione. Il 13 luglio Kratos ebbe l'occasione di combattere nel torneo per l'assegnazione del #1 contender alla cintura mondiale, tuttavia venne sconfitto da Garet Jax, con Kazama ad ironizzare sulla sua disfatta e sulla morte di Sara, di cui non importava nulla.

La battaglia decisiva fra il The Spartan e The Scorpion avvenne a Blood River 2006, il 30 luglio, in una Greek House of Gods match. La vendetta non tardò ad arrivare, con una vittoria impressionante a favore di Kratos.

Nota: la 'morte' di Sara Slaughter era una storyline, addirittura era previsto il suo ritorno dalla parte di Kazama, ma a causa dei pessimi rapporti nella vita reale fra lei e Kratos la storia venne abbandonata e la 'morte' fu considerata canonica.

Kratos vs Dracomir; Kratos vs Kazama III & IV - la perdita della fede negli dei Edit

Gli screzi fra Garet Jax e John Kratos che erano già iniziati durante i mesi precedenti, si concretizzarono ad Extreme Hell il 3 agosto 2006, con il Luckyman che derise la fede negli dei dell'Olimpo del lottatore, provocandolo. Il loro confronto vide a sorpresa la vittoria del Greek Warrior. La settimana seguente, in un tematico Grecia vs Germania ispirato dal calcio, Kratos ebbe la meglio su Rudolph Schneider. Mentre un rematch con Jax sembrava imminente, fu il santone Dan Dracomir ad osservare Kratos, volendo distruggere le sue 'illusioni di fede', cercando di mostrargli la via del dolore come salvezza assoluta. Le parole del santone lo colpirono nel profondo e Kratos scoprì nel frattempo che gli dei si trattavano di illusioni, dunque si presentò come un 'uomo nuovo'.

La sfida fra Kratos e Dracomir avvenne a Gates of Hell 2006, in uno strano Prayer match, in cui fu proprio Dracomir ad avere la meglio grazie alla sua fede. Dopo questa sconfitta, se ne approfittò Bryan Kazama, ambizioso e desideroso di riprendersi la gloria, lanciando una sfida definitiva a Kratos per Stop The Panic 2006, che si disputò il 10 settembre. In un Hell in a Cell match, Kratos ebbe la meglio, arrivando a vincere tutti gli scontri in pay per view contro il rivale. Tuttavia, non fu nemmeno quello l'atto finale del loro feud. I due si affrontarono nel soprannominato The Last match il 21 settembre ad Extreme Hell. Fu ancora Kratos a vincere.

Kratos nel Team WBFF vs New Doom Syndacate Edit

Venne svelato con un filmato che John Kratos era stato ingaggiato nel New Doom Syndacate e la vera ragione per cui Sylvia gli tolse la cintura di Survival Champion a fine aprile fu che il Greek Warrior non si sottomise alla volontà del team. Questo fece di Kratos un portavoce dei sentimenti presenti fra i rappresentati della WBFF Wrestling, mentre The End of an Era si stava avvicinando e poteva rappresentare una rivoluzione interna nel caos di vittoria del New Doom Syndacate di Sylvia Madison. Il rivale principale del Greek Warrior era Brystol Squibb, suo nemico naturale.

Il 12 ottobre, ad Extreme Hell Kratos subì l'assalto di Brock Johnson e Sylvia Madison, ritrovandosi tramortito. Il Greek Warrior divenne ufficialmente un membro del Team WBFF a Bloody Desperation del 16 ottobre, intervenendo a favore di Dibbio contro Robert Dumas. Il Greek Warrior diede poi il suo supporto a Bruce Borgetti, leader del Team WBFF, mentre Jack Leone divenne il manager della fazione della federazione.

I War Games fra Team WBFF e New Doom Syndacate si tennero a The End of an Era 2006, il 29 ottobre. Il leader era Bruce Borgetti, i compagni di Kratos erano Denny Leone, The LT e Dibbio, mentre nel New Doom Syndacate erano presenti Brock Johnson, Crystal Houghton, Ashton Filligan, Brystol Squibb e Robert Dumas. Grazie alla sopravvivenza di Borgetti, fu il Team WBFF ad avere la meglio.

Kratos vs Roman - l'orgoglio nazionale Edit

La vittoria del Team WBFF non servì ad impedire a Kratos di rischiare la carriera di lottatore ad Extreme Hell del 2 novembre, quando lui e Brystol Squibb misero la carriera in palio in un Hardcore match, vinto dal Greek Warrior, soddisfatto di ritirare il nemico. C'era ormai un altro lottatore interessato a Kratos, quasi ossessionato da lui: Psycho Roman. I due lottatori arrivano faccia a faccia il 16 novembre ad Extreme Hell, dimostrando l'odio reciproco, l'incapacità di chiarirsi. La settimana seguente Roman atterra il Greek Warrior e lui lo ringrazia perché "il guerriero si è risvegliato." Ad Extreme Rumble Kratos viene eliminato da Bruce Borgetti, ma ha il tempo di colpirsi duramente con Roman.

Il 30 novembre Roman assume dei senzatetto per aggredire Kratos, lanciandogli una sfida per Bloody Desperation. Il loro match è un No Holds Barred, che vede il successo del romano. La vendetta arriva la settimana stessa ad Extreme Hell, quando Kratos trafigge il rivale alla milza. I due si affrontano nuovamente il 14 dicembre in un Submission match vinto da The Spartan. A Bloody Desperation del 18 dicembre, Roman sputa sui libri di filosofia provenienti dalla Grecia. Quando il Greek Warrior interviene per aggredirlo, debutta il misterioso Jimmy Lover, maestro dell'amore, che chiede ai due di volersi bene, ma i due si coalizzano per brutalizzarlo.

La sfida di WBFF Maniacs II è un Greek Roman Wrestling Fight, che vede il successo di Psycho Roman dopo una sfida breve che di Wrestling ha ben poco. In ogni caso, per il momento rappresenta il capitolo finale di una rivalità che tornerà successivamente.

La serie di sconfitte e la pausa dal Wrestling Edit

Ferito nell'orgoglio, Kratos combatte contro Alex Condor il 28 dicembre 2006 ad Extreme Hell, ritrovandosi sconfitto. Tuttavia, gli viene data la possibilità per affrontare l'Hazard Syndrome Champion (Combo Champion) Antonio Fargas, ma lui e Scott Collins vengono sconfitti. L'occasione di riscossa arriva quando Kratos unisce le forze con Matt Draven, formando i Powerful Nemesis, contro gli Unbelievable Masterpieces di Scott Collins e Julius Magno. A sorpresa, Magno riesce a sottomettere Kratos con la Magnolock. Il 25 gennaio, ad Extreme Hell Kratos perde anche contro Matt Draven, che abbandona l'idea del tag team. A sorpresa, Kratos è in grado di riprendersi a Freezing Evolution 2007, sconfiggendo per 3-2 Scott Collins in un Pure match.

La vittoria al pay per view pare rilanciare Kratos, che decide di lottare come wrestler puro e lontano dalla violenza ad Extreme Hell il primo febbraio in un Final match contro Roman. Tuttavia, il wrestler vince solo per eccesso di pena, ovvero Roman lo massacra e lo infortuna gravemente. The Spartan si ritira temporaneamente dal Wrestling per riprendersi dall'infortunio. Questa disfatta provoca in Kratos il ripudio per il purismo nella lotta ed una ricerca della violenza.

Violence Club - il ritorno nell'estate 2007 Edit

Il 4 giugno 2007 John Kratos fa il suo ritorno a Bloody Desperation, dopo essersi portato dietro il Deadly Shiver Champion Bass e l'altro lottatore di Death Shiver Avernus. Il loro obiettivo è di mostrare la via della violenza in modo risonante: Violence Club. L'11 giugno, Kratos e Avernus sconfiggono Ifrit e Jonathan Garrett. Il 18 giugno in India il Violence Club fa infuriare il pubblico e Grant Looney, GM di Bloody Desperation, rimprovera la squadra, punendo Kratos e mandandolo contro Xero nel main event in un Wood Cage match. ll Greek Warrior sconfigge Xero e si presenta come una minaccia incontrollabile per Looney. Il 26 giugno dopo il main event il Violence Club distrugge Looney su un tavolo pieno di puntine da disegno. Il "Flame Master" Pixero rifiuta la proposta di unirsi al Violence Club. Ad Extreme Hell, il Violence Club sconfigge il trio di 'barbieri' di Looney in un 3 vs 3 match.

Mentre il Violence Club pare inarrestabile, il 18 luglio Garrett sconfigge Kratos ed Hannibal in un Triple Threat match, schienando il cannibale. A Blood River, il Greek Warrior distrugge Julius Magno in un match ad invito aperto. Dopo la sfida, Kratos ha un dibattito verbale con Hannibal e fra i due esplode la rivalità. L'8 agosto ad Extreme Hell, Hannibal causa la sconfitta al Greek Warrior nel suo match contro Oscar Maldido Canzano, mentre il 15 agosto a Bloody Desperation scatta la rissa selvaggia fra lui e The Cannibal. La sfida fra i due si tiene a Gates of Hell 2007, dove Kratos distrugge Hannibal con violenza, arrivando ad infortunarlo in maniera definitiva, portandolo fuori dalle scene.

Il periodo seguente si focalizza sulla battaglia con il Purismo, il peggiore nemico del Violence Club è Grant Looney. Il 6 settembre alla Draft Lottery ad Extreme Hell, il Violence Club viene separato nei due show e Kratos si ritrova ad Extreme Hell. Avernus rimane con il suo leader, ma gli causa problemi, sfruttando violenza non necessaria ed interventi non richiesti. Looney si aggiudica il match di debutto contro Bass a Bloody Desperation del 24 settembre. Ad Unleash The Power 2007, Kratos sconfigge Grant Looney in un Greek House of Fun match, ponendo fine alle ambizioni puriste di Mr. Sunshine.

Nonostante il trionfo, Kratos prova dei dubbi verso la sua leadership, il 4 ottobre ad Extreme Hell decide di prendersi una pausa per riflettere sul Violence Club, che non sta andando nella direzione auspicata. Infatti il 10 ottobre a Bloody Desperation, il Greek Warrior cede a Bass la leadership del gruppo, pronto a lasciare che sia la nuova generazione di lottatori a prenderne le redini, chiudendo così un capitolo della sua carriera durato diversi mesi.

La resa dei conti con Canzano Edit

L'obiettivo del Greek Warrior diventa Oscar Maldido Canzano, in particolare vuole fare in modo che lui non entri nel New Doom Syndacate, ed anzi si mette in gioco per entrare lui stesso nella fazione come nemico. I due lottatori combattono insieme contro i veri membri del New Doom Syndacate, Dumas e Jackal, e vengono sconfitti. Il 25 ottobre ad Extreme Hell, il Maldido porta ad un No Contest il match fra Jackal e Kratos, così viene sancito un Three Way match a Wrath of God 2007. In un Lion's Den match, The Spartan schiena Canzano e diventa così un nuovo membro del New Doom Syndacate.

A novembre, Kratos prende parte alla November Rain Cup per l'assegnazione del #1 contender alla cintura mondiale, sconfiggendo proprio il Maldido al primo turno. Tuttavia, il New Doom Syndacate si avvale della presenza di Kratos fra i suoi membri per ribaltare la decisione e dare la vittoria a Canzano, gettando così il Greek Warrior fuori dal torneo. The Spartan riesce ad essere coinvolto nella zona titolata, schierandosi con l'Undisputed Champion Stivi ed il leader del Violence Club Bass contro il New Doom Syndacate, formato da Robert Dumas, The Jackal e Crystal Houghton. La sfida si tiene ad Extreme Rumble 2008, dove Crystal è in grado di schienare Stivi e diventare così la nuova campionessa mondiale. Sconfitto, Kratos torna ad essere il leader del Violence Club nella Road to WBFF Maniacs III.

Dopo una pausa che dura fino a maggio che portò la WBFF Wrestling in una 'nuova era' (la seconda), il Greek Warrior affronta Brock Johnson in uno Steel Cage match a Bloody Hell! La 360° Star lo sconfigge, andando così nella zona titolata. Il Greek Warrior sconfigge cinque avversari in pochi istanti, ma Canzano si para davanti a lui e lo sfida 'per purificarlo'. La sfida decisiva, l'atto finale fra i due, si tiene a WBFF Maniacs III, il 18 maggio 2008, dove Kratos si impone sul Maldido e chiude così il loro lunghissimo feud.

Il Violence Club contro tre team ai War Games Edit

A Bloody Hell dell'11 giugno 2008 James McFist chiede di far parte del Violence Club e Kratos accetta, portando la squadra ad aggiungere un elemento illustre. La settimana dopo, il Greek Warrior viene interrotto da Julius Magno e lo umilia con la Feel The Pain, prendendosi la sua vendetta dopo l'onta subita in passato. Il 25 giugno, Kratos incontra Xero dell'Apocalypse e vede Bass, membro del Violence Club, uscire dal suo camerino. Il Greek Warrior chiede all'icona dell'Hardcore di affrontarlo e sono i fans a decidere, votando di sì. La settimana dopo, Kratos affronta Bass in una sfida che si conclude in un No Contest, con il sospetto che Bass possa ancora tradire il Violence Club ed unirsi all'Apocalypse.

La sfida fra Kratos e Xero si tiene a The People's Choice 2008, il 20 luglio 2008 a Venezia, Italia. La sfida è il pre-main event e vede il successo del membro dell'Apocalypse, che fa cedere il Greek Warrior. Tuttavia, l'ingresso di Jeff Hygthler nel Violence Club rafforza ulteriormente la fazione.

A Bloody Desperation del 23 luglio, "Pestilence" Stivi dell'Apocalypse sconfigge Kratos in WBFF Rules match. Il ritorno di Psycho Roman tuttavia focalizza il lottatore di Sparta a concentrarsi su di lui, ponderando se lasciare il Violence Club a The Destroyer. Il 6 agosto a Bloody Desperation, Kratos e "Death" Xero si affrontano ancora con Bass Special Referee, ma la sfida termina in No Contest. Il 20 agosto, a pochi giorni del ppv, Kratos sconfigge "War" Mikko Jamsen in un Barbed Wire match.

The Last War 2008, il 24 agosto 2008, è lo scenario dei War Games. A rappresentare il Violence Club ci sono John Kratos, James McFist e Jeff Hygthler. Le altre fazioni sono l'Apocalypse di Stivi, il Royal Ownage di Michael McFarry ed il New Doom Syndacate di Robert Dumas. Kratos è addirittura il primo partecipante del match e compie una grande performance, arrivando negli ultimi cinque rimasti, ma viene eliminato da Stivi. È proprio l'Apocalypse a vincere i War Games.

Kratos vs Man on the Moon, il Violence Club si sfalda Edit

Il 29 agosto 2008 a Bloody Desperation Kratos affronta e sconfigge il Survival Champion Felix Owens, ma scopre solo dopo la vittoria che il match non era titolato. A Bloody Desperation of the Year 2008, il 3 settembre, la new entry Man on the Moon distrugge The Destroyer dopo un Bullrope match e Kratos interviene per fermarlo, dando vita ad un feud con l'individuo mascherato. La settimana dopo viene fatto intendere da The Destroyer che Kratos frequenta una donna senza dir nulla ai membri del Violence Club. Il 25 settembre viene trovato un altro indumento femminile dal distruttore, intenzionato a diventare il leader della fazione. Preso dai sospetti sul compagno e rivale Jeff Hygthler, Kratos viene sconfitto da lui e Man on the Moon giunge ad infierire. La settimana dopo i due lottatori continuano la rivalità.

Il primo scontro fra Kratos e Man on the Moon avviene a Symphony of Darkness 2008, il 5 ottobre 2008, ed è un Olympo match che viene aggiudicato dal Greek Warrior. Si tratta solo del primo atto della loro rivalità sul ring! Si cerca di forzare i due lottatori a chiudere l'astio con una Epic Handshake, ma Man on the Moon lancia una sfida al Greek Warrior, un Fire Death match.

Il 22 ottobre, Man on the Moon si allea con Jeff Hygthler contro John Kratos e The Destroyer, sono i due avversari a vincere, infliggendo un'altra batosta al Violence Club, che dopo aver perso Jeff è in piena crisi. La sfida fra Kratos e Man on the Moon, il Fire Death match, è il primo turno del Survivor of the Ring 2008, il 5 novembre 2008 da Columbus, Ohio. Il Greek Warrior sconfigge l'uomo della Luna, dando fuoco alla tuta protettiva del rivale. La semifinale vede Kratos opposto a James McFist e Jeff Hygthler in un Barbed Floor Elimination Death match, dove resiste fino in fondo ma viene sconfitto da Hygthler, futuro vincitore del torneo.

Terzo feud con Canzano e Hygthler, lo scioglimento del Violence Club Edit

Dalla fine del feud nasce un clamoroso colpo di scena. A Bloody Desperation del 12 novembre 2008, Ivan Filitov chiama sul ring Oscar Maldido Canzano, che spinge il russo a licenziare Man on the Moon. Lo storico rivale di Kratos, appena tornato, ha intenzione di distruggere il Violence Club e vendicarsi di Kratos. Nello stesso show, The Destroyer fa team con Jeff Hygthler contro Kratos e McFist perché vuole diventare il leader del Violence Club, ripudiando l'operato del Greek Warrior. Proprio il suo team riesce a vincere.

La settimana dopo Kratos e Canzano hanno un acceso confronto, in cui il messicano gli sputa addosso. Nel Fatal 4 Way match a cui partecipa è Danny Barbaro a vincere. Anche il 26 novembre il confronto prosegue, con il Maldido che torna alla lotta e sconfigge l'eroe locale. A Bloody Desperation del 3 dicembre, il Greek Warrior distrugge un seguace del Violence Club per insegnargli una lezione, proiettando il lui l'astio per Canzano.

La sfida si tiene a Extreme Desperation 2008, il 12 dicembre 2008 a Jacksonville, Florida, è la terza dell'evento e vede il Maldido vincere in maniera scorretta. Il 17 dicembre a Bloody Desperation Kratos affronta Jeff Hygthler ma l'arbitro speciale del match è Canzano, che spinge Jeff alla vittoria per infierire sull'avversario e portare avanti il suo obiettivo di distruggere il Violence Club. Kratos partecipa al Gauntlet match per l'assegnazione del nuovo contendente alla cintura mondiale, ma anche qui viene sconfitto da Canzano pur arrivando in fondo alla sfida.

L'ultimo atto della rivalità si tiene a Bloody Desperation del 24 dicembre, dove Kratos, Canzano e Hygthler si affrontano in uno Snow Camp match. Alla fine di tutto è il Greek Warrior a vincere, andando a schienare l'ex compagno del Violence Club. Nello stesso evento viene fatto intuire dal lottatore che Amelia è una parte della sua personalità, il suo desiderio di eccedere dalle regole.

L'ultima partecipazione di Kratos nel 2008 avviene il 27 dicembre a Death Shiver, dove affronta The Jackal per il Deadly Shiver Championship in un UV Tables match ma viene sconfitto. Il 2009 si apre con Bloody Desperation del 7 gennaio, Kratos e SIN si dovrebbero affrontare in un Traditional Rules match, ma lo fanno terminare in No Contest perché vogliono una sfida differente. A Death Shiver del 10 gennaio 2009, Kratos sconfigge Denny Leone in un War Pigs match, ma perde la finale per il Deadly Shiver Championship la stessa sera, con The Dark Knight che sconfigge Kratos, The Jackal e "Mr. Nightmare" Brad Smith.

A Blood River 2009, il 18 gennaio 2009 da Detroit, Michigan, Kratos e SIN si affrontano in una sfida senza esclusione di colpi ed è SIN ad avere la meglio. La Death Lottery III Del 21 gennaio pone il Greek Warrior e Matt Lohane in un facile tag team contro The Janitor e la lottatrice Candace Taylor in un Cage match, dove arriva la vittoria. Poco più tardi nello show, The Destroyer e gli altri membri del Violence Club vengono riuniti per una lettera scritta da Kratos, in cui annuncia lo scioglimento della fazione. Il Violence Club viene smantellato e per il Greek Warrior ricomincia una carriera da wrestler senza alleati.

Si scalda il feud con SIN Edit

A Bloody Desperation del 4 febbraio 2009, Kratos e SIN hanno un acceso confronto verbale, seppure fra i due c'è un rispetto sulla visione di 'violenza ideale'. L'11 febbraio, Kratos e SIN sono opposti in un Fatal 4 Way match dove è Anji delle Old School Stars a vincere, mentre partecipa anche "Pestilence" Stivi. Il Greek Warrior spiega perché ha aiutato Anji a vincere, dicendo di volersi opporre alle grandi fazioni, ma interviene Oscar Maldido Canzano, che dopo aver spinto il Violence Club alla distruzione vuole annientare Kratos sul ring. Intanto viene annunciato un Prison match fra il Greek Warrior e SIN al ppv seguente.

Il 18 febbraio, "Amelia" Kratos ha un confronto con Sylvia Madison, poi John Kratos combatte Canzano in un Pure match, ma viene trasformato in un tag team match. Kratos e SIN affrontano Canzano e Psycho Roman ma la sfida termina in No Contest. A Gates of Hell 2009, il 25 febbraio 2009 da Minneapolis, Minnesota, il Greek Warrior sconfigge SIN nel Prison match dopo un incredibile Sick Bump dell'avversario.

Giunti sull'1-1 personale, Kratos e SIN sanno di non essere ancora sazi. L'11 marzo 2009, il Greek Warrior ammette di attendere questo confronto finale, ma l'avversario pare del tutto sparito dalla circolazione, la ricerca del greco avviene ad Extreme Hell del 19 marzo, dove i due hanno finalmente l'atteso confronto che porta ad una sfida finale.

Unleash The Power 2009, il 26 marzo 2009, è lo scenario del Death match conclusivo. La sfida raggiunge livelli insani e Kratos prende fuoco. Quello che viene ritrovato in fiamme tuttavia non è un corpo umano, ma in ogni caso è SIN ad aggiudicarsi la vittoria finale.

The Road to WBFF Maniacs IV, 10 men Elimination Chamber match Edit

Il 30 marzo 2009 a Bloody Desperation, Kratos irrompe nel match fra Tana Polamalu e "Mr. Nightmare" Brad Smith, distruggendo entrambi i lottatori con la Feel The Pain. Si lamenta della poca passione dei due lottatori e lancia una sfida ad Ivan Filitov per la settimana seguente. Tuttavia, il General Manager manda la Royal Ownage a combattere al suo posto il 6 aprile in un Handicap Handcuff match. Jack Leone riesce ad ammanettare Kratos e portare al successo la Royal Ownage.

Dopo questa sconfitta, il wrestler è costretto a star fuori dalla federazione a causa di un infortunio subito durante il Death match contro SIN di fine marzo. Il suo ritorno è all'Extreme Rumble 2009, il 26 aprile 2009 da Memphis, Tennessee, dove entra come trentunesimo partecipante nei panni di Amelia Kratos ma viene eliminato da Jack Leone all'ingresso seguente. John Kratos torna come quarantesimo partecipante e rimane fino agli ultimi otto, ma viene buttato fuori da SIN.

Nella puntata Bloody Desperation at Sin City del 6 maggio, Kratos parla a dei misteriosi compagni dicendo che sta tornando il Violence Club, ma non c'è nessuno. Viene svelato il 13 maggio che questi 'compagni' sono gli spiriti dei guerrieri antichi, che rimangono con il Greek Warrior per donargli forza. Il 20 maggio viene detto da Kratos che parteciperà alla 10 men Elimination Chamber, interrompendo la festa di Matt Lohane. I due si affrontano e la sfida termina dopo il time limit di 20 minuti.

A Bloody Desperation del 3 giugno, Kratos e SIN hanno un confronto, poi loro due e Matt Lohane vengono sconfitti dal team dei tre main eventers di Maniacs. A WBFF Maniacs IV, il 10 giugno 2009 da Chicago, Illinois, nel 10 men Elimination Chamber match per il Desperation Iron Man Championship, il Greek Warrior entra per sesto ed elimina Garet Jax, ma viene sconfitto da SIN quando sono rimasti soltanto loro due. Kratos non ha idea di cosa gli accadrà nei giorni a seguire!

Il licenziamento da parte di Jack Leone Edit

Il 17 giugno a Bloody Desperation il Greek Warrior affronta "Wizard" Eddie Dryward in una facile sfida vinta con la Feel The Pain. Jack Leone fa ripartire la sfida e Wizard vince usando delle manette che gli sono state passate dopo la falsa vittoria del greco. Mr. Attitude umilia Kratos dopo la sua disfatta e gli ricorda delle onte subite in passato come aver ceduto alla Magnolock di Julius Magno. Come se non bastasse, il Greek Warrior viene licenziato in diretta.

Quello che pare l'inizio di una "storia" o rivalità in realtà porta Kratos realmente fuori dalla federazione, che prosegue senza più alcun accenno al Greek Warrior. Per fortuna, il lottatore risolve i suoi problemi con la federazione di Chicago e si prepara a tornare dopo quasi cinque mesi di assenza.

Il ritorno dopo cinque mesi, il feud con Eddie Evans e Jack Leone Edit

Il ritorno di Kratos avviene nel pay per view Down with the Clown 2009, il 22 novembre 2009 da Boston. Al termine del match vinto da Jack Leone contro Alfonso (sostituto di McFarry), il Greek Warrior interviene e pare sul punto di vendicarsi di Mr. Attitude, ma gli solleva la mano al cielo, forgiando un'alleanza con lui con il solo scopo di distruggerlo in seguito.

A Bloody Desperation del 4 dicembre, Kratos si propone di distruggere McFarry, ma Leone lo manda contro il suo cliente Eddie Evans in un 10 minutes Challenge, che Mr. Attitude spinge a favore di Evans. Il 10 dicembre, Kratos fa da Special Enforcer ad un Handicap match 10 minutes Challenge fra Eddie Evans e gli Hardcore Boys. Il Greek Warrior aiuta Evans a vincere. Il 16 dicembre a Bloody Desperation, Kratos fa da commentatore durante il match in cui Eddie Evans affronta Kitaro Waida, ma essendo una sfida 'aperta' il Greek Warrior irrompe nel match e schiena l'Emblem of Wind. Lo spartano chiede un match contro Eddie Evans per l'assegnazione del #1 contender al Desperation Iron Man Championship, l'House of Gods II match.

L'evento in ppv The Last War 2009 si disputa il 23 dicembre 2009 a New York, città natale di Jack Leone. Mr. Attitude non è in grado di proteggere il suo cliente, Kratos sconfigge Eddie Evans. È fondamentale l'intervento di Black Violence, che si allea con il Greek Warrior, ormai primo contendente alla cintura Iron Man. Si tratta di una rivincita per John Kratos in un feud con Jack Leone che sembra aver ancora molto da dire.

John Kratos vs Alex Condor Edit

Il Greek Warrior non incassa la title shot al Desperation Iron Man Championship a Bloody Desperation del 13 gennaio 2010, anzi esibisce la sua forza ed il campione Alex Condor lo considera 'ridicolo', dicendogli che non gli importa delle sue minacce. Il 21 gennaio, Condor sputa sulla maschera di Black Violence, poi lui e Condor si affrontano in uno Stretcher match nel main event che termina in No Contest quando tutte le barelle vengono distrutte e la sfida diventa inagibile.

L'atteso confronto per il Desperation Iron Man Championship arriva a Rage in the Cage II, il 7 febbraio 2010 da Seattle, Washington. La sfida è un Hell in a Cell match piuttosto combattuto, ma Alex Condor vince con la Last Chance e mantiene la cintura. Dopo il match, Kratos e Condor si stringono la mano, mostrando rispetto reciproco. Il Greek Warrior pare costretto ad abbandonare di nuovo la federazione per un infortunio. Il 24 febbraio 2010, Kratos conferma di aver chiuso con il Wrestling, sapendo di avere problemi con la dirigenza ed in particolare con Jack Leone.

Kratos diventa Undisputed WBFF Heavyweight Champion Edit

"Sono dove ognuno vorrebbe essere ma non mi sento vuoto a sperperare denaro e bruciare il mio regno. Lo assaporo e realizzo che ora sono l'uomo più temibile dell'intera federazione, i fans di Wrestling continuano a nominarmi: John Kratos, l'ingiusto campione." (John Kratos, Extreme Desperation 2010)

Il Greek Warrior torna a breve, il 4 marzo 2010 a Bloody Desperation, stringendo un'alleanza pericolosa con Ivan Filitov con il solo scopo di andare al top, direttamente nel main event. "The Commie" Ivan Filitov diventa quindi il manager di Kratos. Il 18 marzo, il Greek Warrior spiega di riconoscere che andare nel main event senza aver guadagnato una title shot è un comportamento egoista, ma sente di dover provare questa opportunità e se è Ivan Filitov a garantirgliela a lui sta bene. Non vi è una rivalità fra il Greek Warrior e James McFist, il campione mondiale.

Il 31 marzo 2010 da Montgomery, Alabama, Bloody Desperation è lo scenario della sfida fra i vecchi compagni del Violence Club, in uno Street Fight match valido per l'Undisputed WBFF Heavyweight Championship. Grazie a Filitov, Kratos esce dalla Anvil's Treason, poi chiude con la King of Sparta (o Kratos Bomb). Quella sera nel main event John Kratos diventa campione mondiale, realizzando un traguardo che non era mai riuscito a raggiungere dal 2005.

Shanek Brastias, Survivor of the Ring 2010, è il #1 contender, ma anche McFist riesce ad avere una clausola di rematch a Bloody Desperation del 7 aprile. Il 14 aprile, Kratos e Brastias sono ospiti dell'S-Hammer di McFist, avendo modo di confrontarsi. Nel main event, McFist e Dumas sconfiggono Kratos e Brastias, con Dumas che ha la meglio sul campione mondiale.

Il 21 aprile, Il Greek Warrior e The King Brastias si alleano in un Handicap match contro James McFist, in cui hanno la meglio. I tre lottatori si affrontano a Extreme Desperation 2010, il 25 aprile 2010 da Panama City in un Extreme Desperation 4.0 match. La sfida è brutale ed il Greek Warrior prevale, vincendo la sua prima difesa titolata. Dopo il match, Michael McFarry incassa la title shot ed Alfonso viene nominato Special Referee. Kratos viene sconfitto dall'Irish Multimillionaire, che diventa il nuovo campione mondiale.

Il regno di Kratos non dura nemmeno un mese e si conclude con l'illusione di un trionfo ridotto in sconfitta da Michael McFarry.

Kratos vs Xero... vs Ivan Filitov Edit

"I pugni di uno spartano sono più pericolosi di un'arma!" (John Kratos, Bloody Desperation del 26 maggio 2010)

Dopo aver perso la cintura mondiale, il rapporto fra John Kratos e Ivan Filitov si incrina. A Bloody Desperation del 5 maggio 2010, nel main event Shanek Brastias sconfigge il Greek Warrior, mentre Filitov non si rende particolarmente utile per aiutare il cliente. La settimana seguente, Xero partecipa ad una Gauntlet Challenge in cui sconfigge sei avversari di fila, ma il settimo è John Kratos, che con un'astuzia organizzata dal manager riesce ad avere la meglio sul rivale. Il 19 maggio, il Greek Warrior e Xero hanno un dialogo, in cui Kratos realizza di essere stato usato da Filitov e sa di averlo usato anche lui, ma nel vedere l'altro lottatore fregato, allora preferisce scegliere di combattere il potere del russo, promettendo di portare a Xero la testa del manager fra sette giorni.

A Bloody Desperation del 26 maggio, Kratos trascina Filitov, ma è tutta una finta. Il manager russo dice che per nulla al mondo verrebbe tradito dal Greek Warrior, ma lui lo solleva, stendendolo con la Feel The Pain, poi si allea a Xero in modo definitivo. Il 2 giugno, Ivan Filitov avverte Kratos che allearsi con Xero sarà fatale ad entrambi perché aprirà il vaso di Pandora, da cui usciranno The Executors, due misteriosi lottatori pronti a distruggerli.

La sfida avviene a Blood River 2010, il 9 giugno 2010 da San Antonio, Texas, con Ivan Filitov che presenta il suo team degli Esecutori, formati dall'ex campione mondiale The Jackal e da... Black Violence, precedente alleato di Kratos. Tuttavia, i due non impensieriscono Kratos e Xero, che giungono alla vittoria quando The Spartan va a chiudere su Jackal.

L'8 luglio a Bloody Desperation, Xero ha Kratos come manager ed affronta Captain Mark, gestito dalla compagna Esmeralda. Xero ottiene una vittoria facile. La settimana seguente, Kratos affronta Cody Knox nel main event ma viene sconfitto. Nel post-match, Jack Leone arriva a frustare il Greek Warrior con il lazo, ma lui e Xero si alleano per mettere KO il boss della federazione.

Il 22 luglio, nel main event di Bloody Desperation, John Kratos e Xero sconfiggono Shanek Brastias e Cody Knox in un Singapore Canes match. Il 29 luglio, il Greek Warrior pare voler temprare il giovane Brad Smith, ex Mr. Nightmare, e gli lancia una sfida per il ppv, dicendogli che metterà alla prova la sua risoluzione.

Il 5 agosto 2010 si tiene Gates of Hell 2010 da Manchester, Kratos decide di farsi sostituire da un suo adepto conosciuto con il ring name Cruel Angel. Brad Smith strappa la maschera al rivale e lo schiena, mentre il Greek Warrior è compiaciuto da quanto ha visto. Il Greek Warrior e Xero si affrontano più tardi in un Greek House of Fun match, che Kratos riesce a vincere per schienamento dopo la Feel The Pain. Xero si infortuna in quel match.

Kratos vs Brad Smith Edit

"Spettatore... lottatore... arbitro... dirigente... la WBFF Wrestling non fa altro che seguire lo standard societario di una grossa azienda. Ci sono i lavoratori, i clienti, gli intrattenitori. Io voglio ribaltare l'ordine esistente ed instaurare un'autonomia totale dell'individuo, portarlo alla sua massima espressione. Per questa ragione io combatto questa mia battaglia. Desidero un luogo in cui non esiste una gerarchia, dove io non sono il lottatore John Kratos, ma un uomo al pari di chiunque altro." (John Kratos, Unleash The Power 2010)

Il 19 agosto 2010 a Bloody Desperation, Kratos fa squadra con Brad Smith contro Captain Mark e Red Revolution Raven, ma viene tradito dal compagno, che lo abbandona, portandolo alla disfatta. Il Greek Warrior, subita questa umiliazione, si assenta fino al tardo settembre. A Bloody Desperation del 23 settembre, la manager Lucy svela a Brad Smith di aver chiesto a Kratos di fargli da avversario.

A Unleash The Power 2010, il 30 settembre 2010 da Memphis, Tennessee, il Greek Warrior svela il suo piano, cambiare la WBFF Wrestling dall'interno e demolire le gerarchie. Poi affronta Brad Smith in un Weapons of Choice match, vinto dal Greek Warrior.

Il 7 ottobre a Bloody Desperation, Kratos affronta Alex Condor e Captain Mark, ma è il pirata ad avere la meglio e diventare primo contendente alla cintura mondiale. Il 14 ottobre, Brad Smith chiama Kratos ed ammette di sentire in lui la brutalità di Mr. Nightmare, così distrugge Lucy davanti al Greek Warrior, che pare soddisfatto di aver trovato in lui un degno alleato, chiudendo la rivalità. La stessa sera, Kratos sconfigge Sheenan.

The Road to WBFF Maniacs V, Kratos vs Jack Leone Edit

“C’è una sola regola per cui esiste l’Ordine: essere diviso in atomi e trasformato in Caos. È la natura che lo dimostra, anche quella insita in noi uomini." (John Kratos, Bloody Desperation del 25 novembre 2010)

Il 21 ottobre 2010, comincia il piano di Kratos di sovvertire l'ordine, mandando Brad Smith ad affrontare Eddie Evans dei Good Guys. Smith sconfigge l'Emblem of Wind. Il 28 ottobre, Jack Leone cerca di convincere John Kratos a diventare suo alleato, facendogli promesse d'affari per alleati migliori. La stessa sera, il Greek Warrior sconfigge Neal Carrol ed ottiene l'ingresso numero 40 nell'Extreme Rumble match.

Durante Extreme Rumble 2010, il 14 novembre da Montgomery, Alabama, il Greek Warrior entra con l'ingresso 40 nell'Extreme Rumble match e rimane negli ultimi tre, ma Red Revolution Raven lo getta fuori, sconfiggendo anche James McFist per vincere lui la Rumble.

Il 25 novembre, il Greek Warrior a Bloody Desperation svela il suo obiettivo: Jack Leone, spiegando di sentirsi il Caos che si contrappone all'Ordine rappresentato dai Good Guys. Nel main event di Bloody Desperation del 2 dicembre, Kratos sconfigge Red Revolution Raven grazie all'intervento di Shanek Brastias, che ostacola il suo futuro avversario.

Il 9 dicembre, Jack Leone pare rassegnarsi a concedere a Kratos uno spazio nell'arena che lui possa rendere caotico secondo il suo credo nel Caos, tuttavia prepara un'imboscata, facendo pestare il Greek Warrior da un numero elevato di guardie del corpo, lanciando poi la sua sfida al lottatore per WBFF Maniacs V. Durante il Cage match nel main event di Bloody Desperation del 16 dicembre, John Kratos interviene e distrugge Jack Leone nel suo match contro Captain Mark, che riesce a trionfare. Dopo la sfida, il Greek Warrior sceglie la stipulazione del match contro Mr. Attitude, un 3 Stages of Hades match.

A Bloody Desperation del 24 dicembre 2010, c'è il face to face fra Jack Leone e John Kratos, in cui viene deciso che se si dovesse giungere al terzo round, sarà in palio la carriera di entrambi i lottatori. A WBFF Maniacs V, il 12 gennaio 2011 da Hartford, Connecticut, ha luogo la sfida in tre riprese infernali. Il primo round, WBFF Rules match, viene vinta da Jack Leone. Il secondo round, Buried Alive match, viene aggiudicato da John Kratos. Tuttavia, il Greek Warrior, ad un passo dalla vittoria, capisce che far ritirare Jack Leone porterebbe Ivan Filitov a soddisfare il suo piano di tornare al potere, perciò fa cambiare la stipulazione in un Falls Count Anywhere match, che tuttavia viene vinto da Mr. Attitude, vincitore del match e della rivalità, ma nessuno dei due lottatori è costretto a ritirarsi.

Greek Warrior vs Tribal Warrior, nasce la Chaotic Existence Edit

“Vedi, Jacob. Questa fossa è come la sfida che mi attende contro Sheenan. Si tratta di aprire un varco verso l'abisso, preparandomi a guardarlo dall'alto, sapendo che un giorno io finirò lì sotto come tutti gli altri esseri umani. Mentre il mio corpo perirà, mangiato da vermi ed altre creature della terra, la mia essenza di guerriero raggiungerà l'Olimpo per servire Coloro che mi hanno generato ed infuso potere.” (John Kratos, The People's Choice 2011)

A Bloody Desperation del 20 gennaio 2011, Kratos partecipa nel main event che assegna il primo sfidante al Desperation Iron Man Championship, un Fatal 4 Way match vinto da Shanek Brastias. Il 27 gennaio, il Greek Warrior affronta James McFist in una sfida ad alto contenuto Hardcore, che viene vinta da Hammer.

A Freezing Evolution 2011, il 20 febbraio 2011 da Anchorage, Alaska, Kratos e Sheenan si affrontano in un Symbols of Our Own Culture match, sfida con elementi tradizionali delle zone a cui appartengono i lottatori. Tuttavia, dietro all'armatura di Kratos c'è Psycho Roman, che spiazza Sheenan e lo sconfigge, alleandosi con il Greek Warrior.

Il 3 marzo 2011 è significativo nella carriera di John Kratos, poiché lui e Black Violence sembrano maltrattare Jacob Lamda, ma l'obiettivo è semplice, temprarlo per renderlo loro alleato nella loro fazione nascente, la Chaotic Existence. Il 10 marzo, Nandapal Klose debutta sconfiggendo The Spartan. La settimana seguente, Lamda affronta Sheenan, che non ha grossi problemi ad abbattere il canadese, lanciando poi una sfida al Greek Warrior. A Bloody Desperation del 17 marzo i due lottatori hanno un acceso confronto. Il 24 marzo Sheenan e Kratos fanno team in un Handicap match contro Cody Knox, ma i loro dissidi li portano alla sconfitta.

L'inevitabile scontro fra Kratos e Sheenan arriviene a The People's Choice 2011, il 31 marzo da Philadelphia, Pennsylvania. Prima del match, viene mostrata la Chaotic Existence a seppellire 'simbolicamente' qualcuno, si tratta di Psycho Roman, che ha lasciato la federazione e quindi tradito la fiducia del leader del gruppo. La sfida fra Greek Warrior e Tribal Warrior è un Fans Bring the Weapons match, che viene vinto da Sheenan.

La Chaotic Existence ai War Games 2011 Edit

"Quando ti affaccerai al baratro chiamato Disperazione, ti accorgerai che c'è una grande rivelazione al fondo dell'abisso. È lì che troverai la tua ragione per combattere, il motivo per cui sei un lottatore. Gli aghi della sofferenza non hanno ancora solcato il tuo corpo, non hanno neppure sfigurato la tua mente." (John Kratos, The Last War 2011)

A Bloody Desperation del 7 aprile 2011, il Greek Warrior incolpa i fans per avergli fornito armi inferiori nel Fans Bring the Weapons match, dicendo che per creare un disagio al pubblico lui diventerà il nuovo Undisputed Champion. La settimana seguente Kratos sconfigge Bohèmien in un House of Fun match. La Chaotic Existence entra ufficialmente nella lista dei team che prenderanno parte ai War Games.

Il Greek Warrior poi si vendica di The Destroyer, distruggendolo per aver causato disagi in passato nel Violence Club, non accettandolo nella Chaotic Existence. A The Last War 2011, l'8 maggio 2011 da Hatford, Connecticut, la Chaotic Existence è formata da John Kratos, Black Violence e Jacob Lamda. I War Games non vanno come il team sperava e vengono tutti eliminati.

Kratos vs McFist... vs Filitov Edit

"Almeno gli antichi del mio paese hanno provato a dare una spiegazione al Chaos, tu come l'hai fatto? Accusando il Chaos di essere 'il male'? Tutto quello che non segue l'Ordine divino dettato da te è malvagio? Troppo comodo, Eccelso degli eccelsi, è molto più facile discriminare quello che non è simile a te piuttosto che accettarlo. Ma cosa insegni... che siamo tutti uguali? Io lo credo veramente, questo fa di me un figlio tuo? Pur senza averti conosciuto, dovrei accettarti? Io sono il messia della Chaotic Existence, abbraccio la mia fede nell'Olimpo, così come credo che l'umanità debba essere libera, ma non nel modo in cui la intendi tu." (John Kratos, Symphony of the Darkness 2011)

A Bloody Desperation del 12 maggio, ci sono i postumi di questa guerra persa con lo scontro fra Kratos e McFarry nel main event, un Falls Count Anywhere dove interviene James McFist ad aggredire il co-leader dei Good Guys. Il Greek Warrior non pare apprezzare il suo intervento e dopo il match lancia una sfida all'ex compagno del Violence Club. Il 19 maggio i due lottatori hanno un confronto verbale. Mentre si scontrano a parole, interviene Ivan Filitov, che coglie l'occasione per mostrare ai due lottatori la forza del suo cliente, il figlio Marek. Poi, il Greek Warrior sparisce misteriosamente e viene ritrovato il 2 giugno, ferito all'interno di un furgone. Tutto questo è stato organizzato dalla famiglia Filitov per punire Kratos del tradimento subito in passato. Il greco solleva McFist per la Feel The Pain, perdendo il controllo.

A Symphony of the Darkness 2011, il 9 giugno 2011 da Fort Apache, Arizona, il Greek Warrior viene mostrato a dialogare in una chiesa, sapendo che non potrà mai accettare l'ordine ed è un seguace del caos. Poi si tiene la sfida contro James McFist e Marek Filitov, un normale Triple Threat match, che vede allearsi Kratos e McFist, al punto che entrambi schienano Filitov ed accettano di vincere insieme, ponendo fine ad una diatriba considerata ormai senza senso. Quel successo trascina sia Kratos che McFist a giocarsi l'accesso al main event del prossimo pay per view.

Kratos vs Raven, in lotta per l'Undisputed Championship Edit

"Oh, Raven, sei come una musa ispiratrice... sei mesi di dominio della WBFF e sette giorni fa mi hai fatto sentire così vivo, capace di prendere una decisione importante e mettermi nella condizione di doverne affrontare le conseguenze. Quanto sei incazzato questa sera? PROVALO! Quanto vuoi farmi pentire di quello che ti ho fatto? PROVALO! Quanto mi spingerai a soffrire prima di farmi cavalcare il tuono? PROVALO! Sopravviverò a tutta la merda che mi getterai addosso. Cosa vuoi che sia un fulmine per me? Io sono già morto dentro di me all'età di nove anni, ma sono rinato. Ed amo questo John Kratos riscoperto tardi ma capace di provare emozioni, positive o negative. Stasera siamo contro e mi rimane una scelta quando sarò vittima della tua mossa lacerante: cadere o rialzarmi. Considera la mia storia e rispondi... no, non farlo, sai già quale sarà la mia scelta. Tornerò in piedi e ti costringerò a comprendere che esiste un lottatore che non hai mai sconfitto che non farà la fine di tutti i tuoi avversari. Raven... uomo libero, ragazzo dall'infanzia felice, preparati ad incontrare un sopravvissuto!" (John Kratos, Survivor of the Ring 2011)

Il 23 giugno 2011, a Bloody Desperation, nel main event c'è un Fatal 4 Way match per l'assegnazione del #1 contender alla cintura mondiale detenuta da Red Revolution Raven. Kratos sconfigge James McFist, Michael McFarry e Michael Anthony. Il 30 giugno, Raven e Kratos hanno il primo faccia a faccia in cui ammettono di non avere astio, ma nemmeno simpatia reciproca, il Greek Warrior pare non accettare di essere ancora visto come un malvagio per seguire il suo credo personale. Il 7 luglio, Kratos e Raven firmano il contratto ed il campione sceglie la stipulazione: Pyramid of Death match. Il Greek Warrior lo schianta sul tavolo e gode nel vederlo sanguinare.

La sfida per l'Undisputed WBFF Heavyweight Championship avviene a Survivor of the Ring 2011, il 14 luglio 2011 da Chicago, Illinois. Lo scontro è massacrante e viene vinto da Red Revolution Raven, che tuttavia poco dopo subisce lo stesso scherzo del destino capitato a Kratos l'anno precedente, Bohèmien incassa la title shot e diventa il nuovo Undisputed Champion. Per il Greek Warrior si tratta tuttavia di un'uscita dal main event dopo questa sconfitta.

Chaotic Existence vs new Turkish order Edit

"Avevano i miei stessi occhi. Guerrieri... persone non disposte a mollare la presa. Soldati non corrotti dal potere e dall'ambizione, che credono davvero nella propria causa per cui si battono. Essi sono come noi, ma sono anche i nostri completi opposti." (John Kratos, Bloody Desperation dell'8 settembre 2011)

Alla Lethal Lottery IV a Bloody Desperation del 24 luglio 2011, Kratos viene estratto per competere in un Ladder match per il Desperation Iron Man Championship contro il campione Tommy Kent e Captain Mark. La vittoria è di Kent, capace di mantenere la cintura. L'11 agosto a Bloody Desperation on the Beach, Kratos è ospite del Caribbean Land, il talk shot di Captain Mark.

Il primo settembre, Kratos, Captain Mark e James McFist si affrontano in una sfida a tre, che viene vinta da McFist. La settimana seguente, John Kratos e Black Violence entrano a far parte del torneo per l'assegnazione delle cinture di coppia. Gli avversari fanno parte del gruppo invasore, i turchi del new Turkish order, Ifrit The Giant ed Eddie "il turco." La vittoria è della Chaotic Existence, che accede alle semifinali del torneo. Il 15 settembre, Kratos e Violence affrontano i Dev Adam, che riescono a sconfiggerli portando una preziosa vittoria al nTo. Il 22 settembre, Kratos fa team con Red Revolution Raven contro Memeth Arkin e Ifrit The Giant. Tuttavia sono ancora i turchi ad avere la meglio.

La sfida più sentita avviene ad Extreme Desperation 2011, il 6 ottobre 2011 da Tulsa, Ohio. La Chaotic Existence al completo affronta Eddie "il turco", Ifrit The Giant e l'indiano Nandapal Klose, che si unisce al new Turkish order. È proprio lui ad assestare il colpo di grazia alla Chaotic Existence, che si ritrova sconfitta in questo confronto. Il 13 ottobre, il Greek Warrior partecipa ad una Battle Royale, ma si autoelimina per buttare fuori Eddie.

Il 20 ottobre 2011, Kratos dialoga con Brad Smith ed i due si alleano nuovamente, stavolta per contrastare Ifrit The Giant ed un alleato misterioso. A Blood River 2011, il 3 novembre 2011 da Chicago, Kratos incontra il prode spartano Leonida della FWF. Più tardi, Kratos è a bordo ring mentre Brad Smith affronta Eddie "il turco", che tuttavia sconfigge il suo assistito. Per un po', pare passare in secondo piano la rivalità fra Chaotic Existence e nTo, siccome c'è un altro gruppo che attira l'attenzione di Kratos e compagni.

Chaotic Existence vs Cartello del Wrestling Edit

"Angra Mainyu, o Ahriman, è la creatura mitologica più brutale di sempre. La ragione è che in lui vennero inseriti tutti i peccati dell'umanità. E disgustosamente si trattava solo di un semplice essere umano scelto per questo ruolo. Dando a lui tutti gli atti impuri commessi dall'umanità, esso diveniva il male, ogni singola altra persona al mondo grazie al concetto di dualismo diveniva il bene, puro dai peccati perché erano dati a lui. Noi ci faremo calamite di questi peccati, probabilmente verremo odiati da turchi e messicani per via del nostro modo di combattere. Eppure, maledicendo noi stessi faremo bene al mondo del Wrestling. Perché c'è bisogno di una nemesi." (John Kratos, Bloody Desperation del 24 novembre 2011)

I prossimi nemici della Chaotic Existence sono i membri del Cartello del Wrestling, il team di messicani unificato da Trinidad y Sombrero. A Bloody Desperation del 10 novembre 2011, durante il match fra Brad Smith e Underdog, Keith Gutierrez Sanchez e gli altri membri del Cartello intervengono ad aggredire entrambi. Kratos, Black Violence e Jacob Lamda intervengono e causano un No Contest.

Il 17 novembre, il Greek Warrior forgia un'alleanza con Underdog per combattere il Cartello. Tuttavia la stessa sera il new Turkish order assale la Chaotic Existence, ma Kratos e Leonida salvano la situazione. Il 24 novembre, Kratos spiega che l'uomo ha bisogno di una nemesi, dell'incarnazione di tutti i mali e sia new Turkish order che Cartello del Wrestling aderiscono a questo scopo. Il nTo sconfigge il team di Brad Smith, Kratos e Leonida.

A Gates of Hell 2011, l'1 dicembre 2011 da Seattle, Washington, la Chaotic Existence e Underdog affrontano il Cartello del Wrestling. La sfida termina quando Kratos sconfigge Keith Gutierrez Sanchez, portando il successo al team. L'8 dicembre, a Bloody Desperation in un 4 vs 4 in cui Kratos e Lamda fanno team con Captain Mark e William dei Sons of Caribbean, l'nTo riesce a vincere grazie alla presenza di Bohèmien nella squadra. Il 15 dicembre, Memeth Arkin difende con successo il FWF Heavyweight Championship contro John Kratos nel main event di Bloody Desperation.

Nell'evento in pay per view congiunto fra WBFF e ECF Hardcore in Betlemme 2011, il 28 dicembre 2011 da Miami, Florida, c'è il rematch fra Cartello del Wrestling e Chaotic Existence insieme a Underdog, ma si tratta di un Elimination Lumberjack match. Kratos elimina Cactus Mike, ma viene eliminato da KGS. Alla fine è Brad Smith a portare alla vittoria la Chaotic Existence. Terminata con successo la faida con i messicani, è di nuovo tempo di tornare a prepararsi a nuovi attacchi dal new Turkish order nell'anno seguente, il 2012.

Kratos vs Ifrit e "Iblis" Jacob Lamda Edit

“Questa società fa schifo, le scelte sono due: diventare il guerriero di una causa persa, o il creatore di un nuovo 'domani'. Ho scelto di restare qui, circondato da lottatori rivali e da fans che desiderano assistere ad uno spettacolo cruento. Accontenterò tutti, ai fans offrirò tutta la brutalità che si aspettano dal leader della Chaotic Existence, ai rivali invece regalerò un'emozione indimenticabile, quella della paura, del terrore puro ed il desiderio di essere lontani dal ring. Stanotte sarò spietato, d'altronde, non è forse quello che vi aspettate da me?” (John Kratos, WBFF Maniacs VI)

A Bloody Desperation del 12 gennaio 2012, Kratos subisce dei mind games da Ifrit The Giant, il lottatore scelto dal new Turkish order per contrapporsi a lui. La sabbia cade dall'armadietto e viene svelato che i due si affronteranno in un Desert Tomb match. La sfida avviene a Unleash the Power 2012, il 19 gennaio 2012 da Montreal, Canada. Il Greek Warrior viene messo in discussione da Jacob Lamda e mette in gioco la sua leadership di leader della Chaotic Existence. Nel match interviene l'Hell Patrol, perciò Kratos seppellisce sia Ifrit che Lamda, non accettando interferenze.

Il Greek Warrior festeggia il 2 febbraio a Bloody Desperation, ma subisce un nuovo mind game e non capisce chi glielo abbia provocato. La settimana dopo, Kratos, Smith e Black Violence devono rappresentare la Chaotic Existence contro l'nTo, ma Memeth Arkin massacra i tre lottatori prima della sfida, garantendo una facile vittoria al team.

Il 16 febbraio a Bloody Desperation, il Greek Warrior affronta Michael McFarry nel main event per una title shot al FWF Heavyweight Championship. Tuttavia Jack Leone prende il suo posto nella sfida e sconfigge l'irlandese. Il 23 febbraio, Kratos interviene per ostacolare Leone nel suo match contro Memeth Arkin, ma non riesce nel tentativo. Poi, il Greek Warrior e Black Violence convincono Brad Smith a mettere alla prova la sua Lucy se vuole farla entrare nella Chaotic Existence.

A Extreme Rumble 2012, l'1 marzo 2012 da Auburns Hill, Michigan, Kratos entra nel Rumble match con il numero 35 e butta fuori ben quattro lottatori, ma viene eliminato quando è nei Final Four da Aaron Kirk dopo l'intervento di Iblis, un wrestler mascherato che pare volersi vendicare di lui.

L'identità di Iblis viene svelata l'8 marzo a Bloody Desperation, dietro alla maschera c'è Jacob Lamda, entrato nel new Turkish order dopo essere stato seppellito, rinascendo come djinn proprio come lo era Ifrit. Il 15 marzo, il Greek Warrior compete in un Fatal 4 Way match contro Captain Mark, Tommy Kent e Bohèmien, vinto dal pirata. La stessa sera, il Greek Warrior promuove una Elimination Chamber per Maniacs, attendendo l'interesse di membri del new Turkish order e di altre fazioni. Il 22 marzo, Kratos viene sconfitto da Cactus Mike in una sfida a tre in cui partecipa anche Keith Gutierrez Sanchez. Nella sfida, Black Violence tradisce Kratos.

Il 29 marzo a Bloody Desperation viene svelato da Black Violence che ha attaccato Kratos solo per il rispetto che prova per lui, dimostrandogli di essere un degno membro della Chaotic Existence. Il 5 aprile, la Chaotic Existence sconfigge Underdog e la Trinidad in un Trios match. Il Greek Warrior svela che Black Violence dovrà essere il primo partecipante della Chamber.

A WBFF Maniacs VI, il 15 aprile 2012 da Philadelphia, il Greek Warrior rimane a sanguinare, dicendo di volersi opporre alla società e considera il suo stesso sangue impuro in un mondo ideale, associandosi a chi è nemico di tutti. Il Greek Warrior è l'ottavo fra i dieci partecipanti ed elimina il nemico "Iblis" Jacob Lamda, poi viene eliminato da Lin Li Yung. La sfida viene vinta da Underdog, che diventa il nuovo King of Fight. Si tratta della fine del feud con il new Turkish order e del dissesto interno della Chaotic Existence.

Il feud con i Good Guys ed i War Games 2012 Edit

"Sai che ti dico, Mr. gestore della più grande catena di birre irlandesi? Io convertirò la World Bloody Fight Federation alla libertà. Questo luogo di modernità diventerà un Far West pieno di pistoleri liberi di agire." (John Kratos, Bloody Desperation del 19 aprile 2012)

Il 19 aprile 2012 a Bloody Desperation, viene annunciato che la settimana seguente Kratos dovrà far team con Underdog contro James McFist e Michael McFarry per il torneo incrociato. L'irlandese lo manda contro Aaron Kirk e Simon Steed, in una sfida vinta dallo Stuntman, poi annuncia una sfida che potrebbe fargli perdere il ruolo di leader della Chaotic Existence contro i suoi compagni. Kratos e Underdog sconfiggono McFist e McFarry il 26 aprile. Più tardi, il Greek Warrior affronta Black Violence e Brad Smith per mantenere il suo ruolo di leader del gruppo, sconfiggendo i compagni facendo cedere Smith. L'Irish Multimillionaire ha un alleato dalla sua parte, Jack Leone.

La sfida avviene a Bloody Desperation del 3 maggio, dove la Chaotic Existence rappresentata da Kratos e Brad Smith affronta i Good Guys di McFarry e Leone, ma la sfida termina in un No Contest quando Eddie Evans cerca di impedire il confronto. A The People's Choice 2012, il 10 maggio 2012 da Sacramento, California, Kratos affronta McFarry. Prima del confronto, il Greek Warrior fa esordire il suo nuovo soprannome, Bald Basterd, prendendo Eddie Evans sotto la sua protezione. McFarry sconfigge Kratos grazie alla Business Class.

Il 17 maggio 2012, Eddie Evans viene trovato da Kratos nella sala di McFarry, discutendo la sua possibile partecipazione fra i Good Guys. La stessa sera, il Greek Warrior sconfigge Captain Mark e porta così la Chaotic Existence nei War Games. Il 24 maggio viene presentato da Kratos tale Z, lottatore misterioso che dovrebbe combattere insieme alla fazione. Il 31 maggio, McFarry sconfigge Kratos ed altri lottatori nel main event. Poi, Evans torna ad essere conteso da Kratos e McFarry per i War Games ed è il Bald Basterd ad aggiudicarselo al posto del debole Z.

A The Last War 2012, il 21 giugno 2012 da Phoenix, Arizona, la Chaotic Existence, rappresentata dal Greek Warrior, Black Violence, Brad Smith ed Eddie Evans, combatte ai War Games contro i Good Guys, il Parnado ed il Team Arkin. La prestazione del gruppo di Kratos non è convincente e tutti vengono eliminati, è poi il team Arkin ad aggiudicarsi la vittoria.

La WBFF Wrestling chiude i battenti dopo questo evento, perciò quella sconfitta segna l'ultima sfida disputata dalla Chaotic Existence con Kratos leader del gruppo. Il Bald Basterd non compare a Bloody Desperation del 20 settembre 2012, l'ultimo show disputato dalla federazione prima del suo ritorno nel 2014.

WBFF Wrestling (2014-2015) Edit

Il ritorno "a casa", il feud con Canzano Edit

"Che cos'è la vendetta? Un apostrofo rosso fra le parole 'io' 'uccido'?" (John Kratos, da Bloody Desperation 1x07)

Alla riapertura della WBFF Wrestling a fine luglio 2014, Ivan Filitov si presenta come candidato al potere dirigenziale, accompagnato dal figlio Marek. Un misterioso interlocutore lancia minacce ai due russi, così al primo evento in pay per view, Blood River 2014, il 19 settembre 2014, Ivan Filitov chiama il suo 'nemico' e si presenta John Kratos, che fa il suo ritorno a sorpresa. Il Greek Warrior spiega di aver scelto lui come bersaglio per fare pulizia di arroganti e disturbatori delle libertà individuali. I due russi vengono distrutti facilmente e Kratos preannuncia un nuovo bersaglio sette giorni dopo a Bloody Desperation.

L'obiettivo è Jack Leone, trascinato via dall'arena di Bloody Desperation 1x07, e nella puntata seguente il Greek Warrior convince Mr. Attitude a fare da suo manager per una notte nella Playa Wrestling Stars, in modo da renderlo la bestia feroce che era un tempo. Leone viene liberato dopo la partecipazione nella Playa e Kratos si ritrova a dover affrontare Oscar Maldido Canzano, storico rivale, a Bloody Desperation @Vegas 1x09, in un 2/3 Falls match. Canzano vince la prima ripresa, Kratos la seconda ed alla fine è il messicano ad avere la meglio nel primo match ufficiale dal ritorno del Greek Warrior in WBFF Wrestling.

A Bloody Desperation 1x10, il Greek Warrior lancia una sfida a Canzano, un Tables match, che viene vinto proprio dal Bald Basterd, capace di portarsi sull'1-1. La resa dei conti arriva a Gates of Hell 2014, il il24 ottobre 2014, in una sfida che coinvolge anche il rientrante Felix Owens. È proprio Owens a vincere la sfida e lasciare dunque in parità Kratos e Canzano.

Dopo un agosciante promo che fa parlare di sé a Hallowen Bloody Desperation 1x11, il Bald Basterd affronta Drago per il Desperation Iron Man Championship, ma il campione riesce ad avere la meglio. La settimana dopo, il Greek Warrior lancia una sfida all'altro storico rivale Psycho Roman, un Psycholiseum match a Roma. L'italiano accetta ed i due si affrontano a Bloody Desperation at Colliseum 1x13, dove Roman ha la meglio in una sfida iconica.

L'ulteriore disfatta non intacca lo spirito combattivo del Bald Basterd, che lancia una sfida a Canzano a Bloody Desperation 1x13, un Inferno match in cui lo sconfitto dovrà lasciare la WBFF Wrestling... per sempre! La battaglia finale del feud si tiene a Unleash The Fire 2014, il 28 novembre 2014, con Kratos che riesce ad imporsi e chiudere così la rivalità a suo favore, mentre Canzano si ritira per la gioia del General Manager Daisuke Kobayashi.

Kratos vs Malcolm - uno scontro sul concetto di esistenza Edit

Ricordi che vagano nella compostezza dell'animo. Ricordi che ci legano in modo indissolubile al nostro essere individui in una collocazione a sè stante. Divisi eppure uniti da un plurale quale può essere una comunità. Sono questi ricordi a farci tornare alla mente che siamo individui, dunque esistiamo. Noi esistiamo perché siamo capaci di provare ricordi. Le nostre storie saranno dimenticate dai posteri, ma avranno sinso finché noi saremo in grado di percepirle. (John Kratos, da Bloody Desperation 2x04)

Ad inizio della seconda stagione, a Bloody Desperation 2x01, Kratos osserva la foto di Malcolm Clark, pare aver scelto il suo nuovo bersaglio, ma si tratta di un lottatore con scarsa esperienza alle spalle, lontano dai 'pericoli' che ha affrontato in passato. Al termine del match vinto da Crashindenton e Malcolm, il Greek Warrior attacca quest'ultimo in modo brutale.

Le conseguenze si vedono a Bloody Desperation 2x02, con Malcolm che pare tranquillo, è lui a cercare Kratos, spiegandogli che loro due sono personaggi di finzione, inventati da persone reali, i dirigenti Cith & Vale. In quel momento, il Greek Warrior decide di dimostrare a Malcolm che è reale, indagando sui piani dei due ex General Managers. Si prosegue a Bloody Desperation 2x03, dove Kratos si accorge che Malcolm crede realmente a quei deliri, al punto da provare ad assecondarli per poi smontarli, sapendo che i responsabili da perseguire sono altri e non Malcolm.

A Bloody Desperation 2x04, Kratos trova una stanza fatta di connessioni per cui un gruppo di lottatori sarebbero stati 'creati' da Big Bad Vale, allora il Bald Basterd è in grado di riportare Malcolm alla realtà sfruttando il paradigma del gatto di Schröedinger, dicendogli che è reale e fittizio allo stesso tempo finché non aprirà la 'scatola' che prova la verità. Il tutto sta dentro una bara, entrambi vedono il suo contenuto ma nessuno svela cosa ci sia all'interno.

I due lottatori partecipano a squadre differenti a No Way To Escape 2015, il 9 gennaio 2015, Kratos è nel Team di Aaron Kirk mentre Malcolm è nel Team di Michael McFarry. Kratos viene eliminato proprio da Malcolm, mentre è il team McFarry a trionfare.

La rivalità prosegue, a Bloody Desperation 2x05, Kratos cerca di estrarre Malcolm dalle grinfie dei due dirigenti, capaci di soggiogare il suo pensiero. A Bloody Desperation 2x06, viene rivelato che Kratos e Malcolm si sono incontrati nel deserto della Florida, dove hanno trovato un punto in comune che li lega fra loro: i propri ricordi sono stati manipolati da altre persone. La settimana seguente, a Bloody Desperation 2x07, Kratos si confronta con Cith, che si dichiara il suo 'creatore', che ammette di aver influenzato la mente di Malcolm per tornare in auge dopo essere stato dimenticato da tutti.

L'avvocato Kobayashi sancisce Kratos vs Malcolm per Extreme Rumble 2015, il 13 febbraio 2015, dove il Greek Warrior si impone sul rivale, che è costretto a concedergli la possibilità di credere di essere reale e non il frutto della finzione. Si prosegue a Bloody Desperation 2x09, dove durante il Cith & Vale Cabaret, Kratos e Malcolm lanciano una sfida ai due dirigenti, un vero tag team match per concludere questa rivalità e liberare Malcolm dal loro 'controllo'.

Durante il supershow Bloody Desperation in Tokyo, il 27 febbraio 2015, Kratos addestra Malcolm come un samurai nei confronti del suo adepto, i due lottatori poi prendono parte al tag team match contro Cith & Vale e li sconfiggono, così Malcolm Clark comprende che loro erano due impostori ed è grato al Greek Warrior per averlo liberato dalla soggiogazione, al punto che i due decidono di affrontarsi da rivali capaci di rispettarsi a WBFF Maniacs VII. Quella sfida che viene sancita porta la loro rivalità in una nuova direzione!

La fine del feud con Malcolm Clark - il ritorno della Chaotic Existence Edit

"Forse in me vedete un guerriero, ma io sono anche un uomo e come tale ho molte imperfezioni. Non sono Achille, non sono Ettore, sono John Kratos, un uomo che piange sulla lapide di un amico scomparso, un uomo che batte i pugni a terra dopo una sconfitta. Non cerco di diventare una leggenda perché il mio obiettivo è di essere un uomo come gli altri. L'ho realizzato, ma c'è un solo ostacolo e questo sei tu, Malcolm. Stasera devo chiudere ad ogni costo questa battaglia fra funamboli sul filo rosso del destino. O io, o tu, non ci sono altre vie di mezzo. Ricordati delle mie parole se ti dico che non ostacolerai in alcun modo la mia presa di posizioni, su quel ring ti dimostrerò tutta la mia determinazione. Mark my words, Malcolm, mark my damn words." (John Kratos, da WBFF Maniacs VII)

A Bloody Desperation 2x11, Kratos gioca un mind-game a Malcolm Clark, fingendosi due 'Kratos diversi' per fargli dubitare di essere ancora pazzo. A Medieval Bloody Desperation 2x12, invece, il Bald Basterd fa team con Sheenan e Jumala e i tre si ritrovano a parlare di religioni e culti, formando gli Infidels, che affrontano i Crusaders di Denny Leone, Jack Leone e Garet Jax. È Kratos a portare la vittoria agli Infidels.

Il Greek Warrior e Malcolm Clark hanno un ultimo ed acceso confronto a Bloody Desperation 2x13, la settimana prima del pay per view, dove entrambi riconoscono di essere mentalmente danneggiati ed incapaci di tornare indietro, ma Kratos vuole dal loro confronto la sfida di una vita.

La sfida si svolge a WBFF Maniacs VII, il 29 marzo 2015, in un Greek House of Fun match. Al termine di un lungo match, Kratos ha la meglio sul rivale grazie alla Feel The Pain e lo sconfigge. Poi ritorna la Chaotic Existence e Kratos viene incoronato Deadly Shiver Champion, ma Malcolm lo attacca e lo sconfigge, portandogli via la cintura. Il Greek Warrior pare aver orchestrato tutto per dare al rivale una ragione di esistere, una cintura ed una squadra al suo servizio.

Il ritorno della Chaotic Existence vede inizialmente Kratos e Malcolm co-leaders, ma il Greek Warrior si tira subito fuori dalla fazione per lasciarla sotto "l'impero" di Malcolm Clark. L'ultima loro sfida da compagni è a Bloody Desperation 3x01, dove Kratos e Malcolm affrontano i Cazadores ed i Sons of Caribbean per le cinture di coppia, ma falliscono nell'obiettivo.

John (Kratos) & Michael (McFarry) - compagni nel J@M Edit

"Mi hai rubato i capelli!!! Tu hai rubato i miei stradannatissimi capelli, Michael!" (John Kratos, da Bloody Desperation 3x02)

Sempre a Bloody Desperation 3x01, il Greek Warrior ha un confronto con Michael McFarry, il quale scopre di aver ricevuto un invito al programma televisivo Dancing with the Trans insieme al guerriero spartano. Come se non bastasse, le estrazioni casuali di Sad News Kobayashi portano Kratos e McFarry a diventare i nuovi sfidanti dei campioni di coppia, i Cazadores.

A Bloody Desperation 3x02, Kratos non pare felice di essere il compagno di squadra di McFarry, ma è ancora più perplesso a dover far coppia con lui a Dancing with the Trans. I due compagni affrontano i Sons of Caribbean, ma McFarry massacra il compagno ed è lui a sconfiggere gli avversari e ritirarli dalla WBFF Wrestling.

Invece di un acceso feud fra i due, a Bloody Desperation 3x03 - Bravely Meditation in India, John & Michael formano i J@M, la cui @ sta per Amelia, la parte femminile che c'è in loro. I due ballano un tango a Dancing with the Trans e riescono a superare le qualificazioni. Il Greek Warrior perde contro Skyblue, ma è chiaramente focalizzato sul torneo 'esterno'. A Bloody Desperation 3x04, i Cazadores combattono McFarry non solo per difendere le cinture, anche per ottenere la legalizzazione delle 'erbe' a scopo medico.

A The People's Choice 2015, in data 01 maggio 2015, John & Michael hanno un dialogo profondo, in cui scoprono di essere diventati realmente amici, anche se Kratos ha iniziato una relazione con la sua segretaria Yvonne. La sfida per le cinture di coppia porta avanti il loro sogno, ma viene infranto con il successo dei Cazadores, che ottengono così la possibilità di legalizzare le sostanze per cui si sono battuti.

A Bloody Desperation 3x05 - Lethal Lottery IV, i due lottatori vengono avvistati semi-nudi ad Albuquerque, New Messico, dopo aver perso a Texas Hold 'Em. Tuttavia è tutto un effetto dell'utilizzo delle 'erbe' legalizzate dai Cazadores. Il 'delirio' della canapa continua a Bloody Desperation 3x06, dove i due lottatori hanno un acceso confronto causato dall'uso delle 'erbe'.

Durante Bloody Desperation 3x07, Kratos conferma la fine dei J@M, essendo impegnato da una parte contro James McFist e l'altra con "Kolme" Derrick Mortimer. La settimana dopo a Bloody Desperation 3x08, il Greek Warrior e McFist hanno un buon confronto nell'S-Hammer. A Symphony of Darkness 2015, il 5 giugno 2015, James McFist sconfigge Kratos e Kolme in un First Blood match. Ma Kratos promette il ritorno del vero Greek Warrior. Sembra ormai giunto un nuovo capitolo della carriera del Bald Basterd, via la moto e ritorno dell'armatura da guerriero spartano.

John Kratos e (John) Sheenan - mostro e burattino Edit

"Ti ho reso un emblema del purismo perché volevo forgiare il mio peggiore rivale, il più ostico. Non accetterò mai una mezza vittoria, io sono il Greek Warrior, soldato e generale, uomo con elmo e scudo, ma senza un'arma fissa. Tutto vale, dalla polvere che tengo nel sacco a tutto quello che si può trovare in un'arena di Wrestling. Ti ho trasformato in un'icona del purismo perché non perderai la tua rabbia, non perderai la tua aggressività, ma la spingerai verso nuovi orizzonti. Per chi crede che il Wrestling sia solo tecnica e fisicità, io voglio mostrare che la violenza è sempre stata il fulcro di questa disciplina. Il Wrestling è un inno alla bellezza del confronto bellico. Così come ci sono uomini che riproducono in miniatura su un tavolo battaglie storiche dei secoli passati, noi lottatori siamo eredi di coloro che hanno combattuto battaglie antiche. Come Alessandro sul suo cavallo Bucefalo si ergeva fiero dinnanzi a schiere di persiani, noi guerrieri moderni abbiamo lo stesso obiettivo: la gloria terrena." (John Kratos, da Bloody Desperation 3x10)

Come guerriero spartano, a Bloody Desperation 3x09 Kratos pare aver ritrovato la sua grinta e sconfigge Jumala, Crashindenton e Malcolm Clark in una sfida che lo corona #1 contender al Desperation Iron Man Championship detenuto da Sheenan. Al termine del match, Riva, manager della Voodoo Doll, gli consegna il teschio, il Soul Stealer, che permette al Greek Warrior di diventare il nuovo maestro di Sheenan e di poterlo rimodellare a piacimento.

A Center of the World Bloody Desperation 3x10, Kratos svela cosa ne ha fatto del teschio, trasformando Sheenan in John Sheenan, il Pure Warrior, per forgiare così il suo avversario perfetto, un 'uomo' e 'burattino' che ama il Wrestling puro, in perfetto contrasto con il vero Tribal Warrior. Sheenan gli svela di sentirsi ancora vivo e che farà di tutto per liberarsi dal suo dominio.

Durante Bloody Desperation 3x11, Sheenan si addestra come Pure Warrior sotto la guida di Kratos, che vede in questo confronto di stili una nuova Wrestling Civil War, al termine del loro confronto ed allenamento i due collidono, ma non si sa il risultato finale. La settimana dopo a Bloody Desperation 3x12, John Sheenan è ad un passo dal recuperare il teschio, ma il rivale riesce a strapparglielo e mantenere il suo controllo. Sheenan aggredisce Kratos, ma si sente urlare proprio il Tribal Warrior. Durante lo show, Kratos sconfigge Slythered.

A Extreme Desperation 2015, John Kratos e John Sheenan entrano insieme nell'arena nel parcheggio. Kratos svela di aver fatto tutto quello perché vorrebbe avere indietro la sua umanità e Sheenan grazie a lui può smettere di essere un mostro, ma è una scelta che spetta solo a lui. La sfida è un 2/3 Falls match in cui Sheenan vince dopo essersi liberato dal controllo del rivale, sfruttando una manovra Hardcore per vincere. Recuperando il teschio, sparisce John Sheenan e torna il vero Desperation Iron Man Champion. Questa disfatta pare cambiare radicalmente il Greek Warrior, incapace di trovare la sua umanità e di salvare Sheenan da se stesso.

John Kratos & Michael McFarry - i War Games 2015 Edit

"Il Vaso di Pandora è stato aperto dal momento in cui avete calpestato l'onore dell'armata più gloriosa, la McFarry's Crew. Potete considerarvi forti e ben armati, ma cadrete perché questo è inevitabile. Questa volta non combatterò per la gloria di Sparta, lo farò per il mio generale, per il mio punto di riferimento, Michael McFarry. Come direbbe lui, sarà tempo di spazzare via i vostri cervelli da 20 centesimi! Ricordate le mie parole, poiché la storia è la migliore stratega, se la si conosce si può giungere ad un successo glorioso ed aprire una nuova epoca di dominio." (John Kratos, da Bloody Desperation 4x04)

A Bloody Desperation 4x01, la crisi di Kratos lo porta a chiedersi quanto sia realmente un Gerek Warrior e a promettere qualcosa di 'clamoroso', ma Michael McFarry lo avvicina, pronto a preparare un team per i War Games 2015. L'Irish Multimillionaire dà a Kratos una sfida titolata per la puntata seguente contro The Coon.

Così, il Warrior King of La Playa è in palio a Bloody Desperation on the Beach 4x02, il Bald Basterd ha un confronto ironico con Coon sulla spiaggia, dove invidia il suo successo con le donne. I due wrestlers si affrontano in un Beach Brawl match massacrante, che vede trionfare The Coon.

Dopo questa disfatta titolata, durante Bloody Desperation 4x03, Kratos sente il bisogno di un nuovo avversario da affrontare per una cintura. Nel main event, il Greek Warrior viene sconfitto in un match multiplo. La settimana dopo a Bloody Desperation 4x04, il lottatore parla dei War Games come la battaglai di Lepanto che scacciò l'avanzata turca. Per lui è una questione di fede in McFarry e nel suo dominio.

La grande guerra si tiene a The Last War 2015, il 14 agosto 2015, ma la prestazione del Greek Warrior, uomo d'apertura del team, è tutt'altro che epica, nonostante la grande resistenza di Michael McFarry fino al termine della sfida, mentre è la fazione di Garet Jax a vincere. Si tratta dell'ultima chance di servire all'Irish Multimillionaire, ma è stata sprecata!

John Kratos e Psycho Roman vs Michael McFarry - il ritiro del Greek Warrior Edit

"Questo non è un addio, è soltanto un arrivederci. Per così tanto tempo ho cercato di creare in John Sheenan l'ideale di un guerriero, uno al tuo livello che potesse sconfiggermi. Ma ora ci sei tu, non ti è rimasta una briciola della tua umanità, Roman. Tu sei la guerra, tu sei la disperazione, tu sei il Ragnarock che si abbatterà sulla WBFF Wrestling di Michael McFarry! Arrivederci, guerriero." (John Kratos, da Bloody Desperation 4x05)

A Bloody Desperation 4x05, Michael McFarry fa sancire una sfida fra lui e John Kratos, e viene svelato che si tratta di una scelta data dal dare un'ultima chance al Greek Warrior, un Do or Die match. In caso di vittoria, una title shot all'Undisputed Championship detenuta da Drago, in caso di sconfitta un ritiro permanente dalla WBFF Wrestling. La loro sfida è lunga ed insana, un vero massacro che vede McFarry applicare l'Excelsior e sottomettere il Bald Basterd.

Prima di ritirarsi per sempre, mentre sta facendo i bagagli, Kratos viene avvicinato da Psycho Roman, rivale storico. I due lottatori hanno un confronto ed il Greek Warrior affida a lui le sue speranze, chiedendogli di battersi da guerriero durante la sua ricerca di Vance Cover, l'identità reale di Roman.

Nelle settimane seguenti, Kratos si manifesta tramite apparizioni nella mente di Roman oppure lo contatta con delle lettere, incitandolo a combattere McFarry, colui che sa il segreto di Vance Cover. L'italiano inizia a vedere in McFarry un vero nemico.

A Blood River - Bloody Desperation 4x10, l'allievo del Jack Leone Dojo Maskos è presente nel backstage. Con la possibilità di muoversi liberamente, il lottatore raggiunge Psycho Roman e gli svela che sotto alla maschera c'è il volto di John Kratos. Il Greek Warrior e Roman sfruttano l'occasione dell'assenza di McFarry per raggiungere il General Manager Kobayashi, affiancato dalla bodyguard Völkermord. I due fanno pressione ed ottengono una sfida, il main event del prossimo evento a Roma, un Psycholiseum match.

Bloody Desperation at Colliseum 4x11, il 9 ottobre 2015, rappresenta l'ultima tappa di John Kratos nella WBFF Wrestling. Dopo un confronto con Roman, i due lottatori combattono il main event nel Psycholiseum match, che è una sfida brutale. Roman schiena McFarry ed il team trionfa. Kratos saluta i fans per l'ultima volta, abbandonando la WBFF Wrestling da vincitore, ritrovando la vittoria dopo molti tentativi falliti.

Maskos, la nuova bodyguard di McFarry Edit

A Holy Desperation, Bloody Desperation 4x12, il 16 ottobre 2015, Maskos chiede a Michael McFarry di assumerlo come sua guardia del corpo, dicendo come requisito di odiare John Kratos per averlo umiliato. L'Irish Multimillionaire accetta la sua offerta e lo ingaggia, spingendolo a spiare al suo servizio. La settimana seguente al pay per view Gates of Hell 2015, il 23 ottobre 2015 da Glasgow, Scozia, il seguace di Prometeo ha un confronto con Völkermord, in cui ammette di sospettare sia di lui che dell'avvocato Kobayashi, possibili traditori ai danni di McFarry. Tuttavia, i suoi sospetti non hanno alcuna prova.

A Bloody Desperation 5x01 del 30 ottobre, Maskos scarica un virus sul pc di McFarry e lo manipola a installarlo, causandogli disagi. La ragione del comportamento di Maskos viene svelata domenica 1 novembre 2015 a JLW Suplex City, New Jersey, infatti la sua identità viene svelata e si tratta di John Kratos, che non ha dimenticato il licenziamento subito e cerca di tornare nella WBFF Wrestling come lottatore, anche a costo di essere assunto come guardia del corpo del rivale.

Kratos & Roman & Sheenan, alleati o nemici - Maniacs VIII Edit

Invece di vedere, prova a percepire. Chi ti sta parlando, Kratos o la voce interiore del mostro dentro di me? È la stessa cosa, lascia che ti sveli un segreto. Roman è stato la mia ossessione quanto la tua, quando ha unito le forze al mio gruppo di adepti, la Chaotic Existence, poi ha compreso che lui non avrebbe mai avuto amici, sarebbe stato da solo sul suo cammino. Io ho dovuto rispettare quella scelta, ma mi ha lacerato dall'interno perché tutto quello che volevo era di essere accettato da lui.

Ha ragione il Tribal Warrior, Vance Cover non esiste, è lo scheletro di un uomo già morto. Ti ho seppellito, ti ho fatto marcire sotto terra. Anche se il tuo corpo non era lì, ho distrutto la tua esistenza di uomo. Che tu sia maledetto, Cover, che tu rimanga per sempre Psycho Roman, questa è la tua maledizione, e la mia benedizione. Questo mondo malato ha bisogno di mostri, ha bisogno di essere risvegliato dal torpore. Sai la verità? Sarà un risveglio doloroso. (John Kratos, Bloody Desperation 5x07)

A Bloody Desperation 5x02, il 6 novembre 2015, Kratos lascia una nuova lettera per Psycho Roman, dicendo di volerlo aiutare a scoprire la verità su Vance Cover, dandogli l'indirizzo di una persona che potrà aiutarlo. La settimana seguente a Bloody Desperation 5x03, Kratos accompagna Roman a un carcere di massima sicurezza dove è incarcerato Mark The Cannibal, storico rivale del Greek Warrior. Lui racconta a Roman come si possa far convivere il lato 'umano' e quello del mostro. La rivelazione viene data da Kratos: Vance Cover è l'umano il cui corpo è inabitato da Roman, il suo 'Io' originale.

Si prosegue a Bloody Desperation 5x04, con Kratos che raggiunge Roman nella Boiler Room. I due lottatori parlano di freddo inferno e caldo capace di salvare. Più tardi, Sheenan e Kratos sconfiggono Psycho Roman e Skyblue, incapaci di coesistere fra loro. A Extreme Rumble 2015 - Second Chapter, il Bald Basterd si prepara alla Rumble, ma ha modo di spiegare a Roman gli archetipi di Jung e la loro utilità nel comprendere se stessi, tema tipico della Chaotic Existence. Kratos entra per quarto nel 35 men Extreme Rumble match e viene eliminato dopo il nono ingresso da Sheenan.

Per aiutare Roman, a Bloody Desperation 5x05, il 4 dicembre 2015, il Greek Warrior si rivolge al suo rivale Sheenan, i due lottatori parlano di Roman, che interviene e rimane disgustato dai loro pensieri. A Bloody Desperation 5x06, Sheenan e Kratos osservano il risvegliato Vance Cover affrontare Aaron Kirk nel main event, uno Steel Cage match, e venire sconfitto dopo quasi 20 minuti. I due lottatori poi impartiscono una lezione umiliante ai danni di Cover, con Kratos schifato dalla sua umanità debole.

A Bloody Desperation 5x07, il 18 dicembre 2015, Kratos e Sheenan torturano Vance Cover fino a far emergere Psycho Roman da lui. Il Greek Warrior e il Tribal Warrior, accecati dai precetti del Caos, si colpiscono a vicenda, rompono ogni alleanza nel cercare la sfida più brutale fra tutte. Più tardi, Sheenan e Kratos si affrontano con Roman Special Referee, ma il match termina in un No Contest. Viene assegnato il premio di best match of the year 2015 fra John Kratos e Sheenan ad Extreme Desperation 2015 durante Bloody Desperation 5x08.

WBFF Maniacs VIII è lo scenario della collisione finale, il 27 dicembre 2015 da Ann Harbor, Michigan. In un Triple Threat match insano, John Kratos, Psycho Roman e Sheenan si affrontano senza esclusione di colpi, con il successo finale del Tribal Warrior che va a chiudere su Roman.

L'addio alla WBFF Wrestling e la nuova sfida Edit

Per merito vostro, questo guerriero spartano è in pace con gli spiriti dei guerrieri antichi che hanno accompagnato le mie battaglie. Dopo dieci anni in WBFF Wrestling, è giunto il momento di seppellire l’ascia di guerra, di porre fine a questa folle rincorsa. (John Kratos, Bloody Desperation 6x01)

A Bloody Desperation 6x01 dell'8 gennaio 2016, Kratos svela di abbandonare la WBFF Wrestling per dedicarsi al suo 'ritorno a casa' a Larissa, Grecia, sede della WTF. Mentre se ne sta andando gli viene lanciata una misteriosa sfida tramite il titantron per Extreme Desperation 2016, a fine luglio.

La Playa Wrestling Stars (2014-2015) Edit

"The Greek Warrior" Kratos - le prime rivalità Edit

Kratos entra nella Playa Wrestling Stars fra i membri originali del roster, abbandonando il 'John' nel suo nome. Il Greek Warrior vince il suo primo match ad In Your House - Gold Rush, sconfiggendo John Pelham e Seiya, per poi iniziare un feud con il wrestler giapponese dopo aver perso la finale che vede The Coon diventare il primo Campeon della Playa. La rivalità fra Kratos e Seiya prosegue fino a In Your House - Tomb of Steel, dove il Greek Warrior ha la meglio sul giustiziere del cosmo. Al termine del match, il Bald Basterd viene aggredito dai membri del new Turkish order per un feud che si protrae in R-Pro.

Avendo risolto i problemi con Seiya, Kratos si allea con lui e scopre che il wrestler è disponibile a far parte del Team Greece nella Beach Boys Memorial Cup a In Your House - Maracanazo, siccome i suoi poteri sono legati alla mitologia greca. I due lottatori sconfiggono il Team Brazil, formato da Carlos Fortuna e Lennie Mercury, tuttavia al secondo turno vengono sconfitti dal forte Team USA, formato da The Coon e "The Star" Dodds.

Alla puntata speciale di That '80s Show #6, rinominata Night of Champions, Kratos combatte per il FWF Heavyweight Championship contro il campione Simon Steed e "Outstanding" Max Liger. È Steed ad aggiudicarsi la contesa.

Warrior King of La Playa - The Coon e Yuetsu Joe Edit

Nasce un fronte d'alleanza fra The Coon e Kratos, solidificato da un'intesa che pare concreta. Kratos viene aggredito brutalmente dalla fazione americana di John Pelham. Il Greek Warrior a That '80s Show #12 affronta altri cinque lottatori, Lapo Bartolini, Achille Balbo, Eric Dodds, John Pelham e Flavius, arrivando a sconfiggerli, diventando il #1 contender al Walrus King of La Playa. Il campione "Outstanding" Max Liger lo affronta più tardi nello show ed il Greek Warrior lo sconfigge con la combinazione Sparta Kick - Feel The Pain. Il wrestler vince il suo primo titolo nella Playa Wrestling Stars, rinominando la cintura Warrior King of La Playa.

Kratos trova un'intesa con The Coon, Liger e Bartolini, che formano la League of Heroes, con l'obiettivo di portare giustizia nella loro amata federazione. A In Your House - World War III, il gruppo affronta il Kommando (tedesco) ed il Conservative Party (americano) in un Survivor Series match. La vittoria va al Kommando, ed il suo leader Heinz Lieder diventa il proprietario della federazione. Da quel momento, con il Kommando al potere, comincia la spirale discendente del Greek Warrior.

A That '80s Show #14, il 10 febbraio 2015, Kratos difende la cintura di Warrior King of La Playa contro Max Liger e Lapo Bartolini, con Liger capace di ottenere la vittoria e riprendersi la cintura. Il nuovo wrestler Yuetsu Joe sconfigge Kratos a That '80s Show #17 in uno Street Fight match. A In Your House - Open Rumble, Kratos combatte nel 30 men Open Rumble match, dà vita ad un'ottima prestazione partendo con il #2 ma non arriva fino in fondo, eliminato da Pelham. Allo show #19, il Greek Warrior viene sconfitto da "The Star" Dodds quando Joe arriva a provocargli la sconfitta. La reazione di Kratos avviene nello show #20, quando causa la sconfitta di Joe contro The Coon, ripristinando la sua alleanza con il Procione.

Kratos e The Coon formano squadra insieme nello show #21, sconfiggendo Yuetsu Joe e John Pelham, incapaci di mantenere la stessa dinamica di squadra. A quel punto, Coon concede una title shot a Kratos per il Warrior King of La Playa, la sfida si tiene in WBFF Wrestling a Bloody Desperation On The Beach 4x02, in un Beach Brawl match. Dopo una lunga ed avvincente sfida All-Out sulla spiaggia, Coon ha la meglio sul Bald Basterd, ma i due lottatori mantengono il rispetto reciproco e si stringono la mano al termine del match.

La sfida seguente del Greek Warrior è la risoluzione dei conti con Yuetsu Joe, prevista a In Your House - Operation Valkyrie, in cui il Bald Basterd ha la meglio su Joe e lo sconfigge, diventando così #1 contender alla cintura di Warrior King of La Playa ancora detenuta da The Coon. Tuttavia, la federazione si prende una lunga pausa e Kratos sfrutta questo periodo per prendere parte ad altri impegni inter-promozionali.

Jack Leone Wrestling / Jack Leone Dojo (2015) Edit

Maskos, il seguace di Prometeo, feud con Völkermord Edit

"Io sono Maskos, queste catene rappresentano il mio spirito combattivo, sotto questa maschera il segreto della mia forza. Stasera non parlerò di vergini templari o di destino, combatterò da uomo per recuperare il mio onore perduto. Non invocherò Prometeo, non farò riferimento a nulla di bizzarro poiché è giunto il tempo di morire e rinascere." (Maskos, JLW Suplex City, New Jersey)

Fra i primi iscritti al Jack Leone Dojo, a fine luglio 2015, c'è un tale Maskos, che si proclama "seguace di Prometeo". Indossa una maschera e delle catene, caratterialmente è un po' sfasato. Il lottatore si piazza bene nel dojo, raggiungendo anche la top 10 degli allievi. Inizia successivamente un feud con il Dojo Black Belt Champion Xiper "The Viper", ma non riesce mai a sconfiggerlo.

Maskos inizia un feud con Völkermord, Berlin Wall Champion, che prosegue anche in WBFF Wrestling dove entrambi sono guardie del corpo di Michael McFarry. A JLW Suplex City, New Jersey, il 1 novembre 2015 da Trenton, New Jersey, Maskos affronta Völkermord in una Berlin Wall Challenge, il cui obiettivo è di atterrare l'avversario entro cinque minuti per non subire dei malus nel resto della sfida. Il lottatore riesce a superare la sfida proprio alla fine, connettendo con la Feel The Pain. Tuttavia, perde la sfida per Count-Out, soddisfatto di aver infierito un duro colpo morale al campione. Maskos si toglie la maschera e mostra la sua identità: John Kratos. Poi sfida Völkermord ad un rematch per Karma Supercops, un Greek House of Gods match con in palio la cintura di Berlin Wall Champion.

Dopo la rivelazione della sua identità, Maskos viene espulso dal Jack Leone Dojo, anche se viene implicato fortemente che Jack Leone fosse a conoscenza della sua identità e gli avesse permesso di infiltrarsi per proseguire la sua battaglia personale con Michael McFarry.

A JLW Karma Supercops, Paranoid No Surprises, il 13 dicembre 2015 da Jacksonville, North Carolina, Kratos racconta della sua passione per la figura di Prometeo come antieroe ribelle e costretto alle catene per l'eternità. Con questo spirito, è pronto a fronteggiare Völkermord. Il match è un Greek House of Fun valido per la Berlin Wall Championship. La sfida è brutale, di quelle che lasciano il segno nel fisico e si conclude dopo 15 minuti e 32 secondi con la vittoria del lottatore tedesco, che mantiene la cintura.

Pro Wrestling Wars Edit

Continua...

Wrestling Triumph Federation (2015) Edit

Il debutto, Caos vs Caos, Kratos vs Slayer Edit

Il guerriero proveniente dalle rovine dell’Antica Sparta e il Predatore della Morte finiranno a varcare lo stesso ring ancora una volta.
Sarà lì che concetti come destino e caos si uniranno in un’estasi di sensazioni, poiché quando incontrerò ancora una volta Jason Slayer, io non sarò più un uomo, ma un mostro risvegliato dalla lezione che mi ha impartito.
Questo è il mio Avvento, perché l’attesa è nei confronti del messia tragico che mi ha fatto rinascere, il predatore della morte che è stato in grado di smantellare la mia esistenza caotica e privarla di uno scopo.
Ricordati le mie parole, Slayer, hai scalfito la superficie senza scavare sotto di essa, dentro di me ho delle tenebre logore che attendevano solo di emergere. Stavolta sarò io a tormentarti e prendermi tutto quello che mi hai tolto. Il Caos, per quanto relativo e senza forma, tende sempre a manifestarsi in modi imprevedibili. Ricordati le parole del guerriero caduto in battaglia e di come grazie a te esso è divenuto un mostro. (John Kratos, The F-World #136)

John Kratos debutta in WTF ad Anger Games 3, il 25 ottobre 2015 da Glasgow, Scozia. Il Greek Warrior si introduce ai fans. A The F-World 131 del 1 novembre 2015, il Greek Warrior affronta Seiya e lo sconfigge in meno di 4 minuti. Nello stesso evento, il lottatore scopre che è stato preso di mira da un lottatore che parla del Caos. Si tratta di Jason Slayer, che a The F-World 133 compare al fianco di Tyson Hardaway contro John Kratos e Artiom Kostantinos e vince la sfida, dando il suo segnale al Greek Warrior di essere il responsabile di questi mind games.

I due lottatori hanno un breve confronto anche in Total War Project al termine di un match vinto da Slayer. A The F-World 135 del 28 novembre 2015, Kratos e Slayer si lanciano un chiaro messaggio di sfida per il ppv imminente. Il match avviene a Casino Royale, il 6 dicembre 2015, il quinto dell'evento, massacrante e brutale, con Slayer che riesce ad aggiudicarsi la vittoria dopo oltre 17 minuti.

Il Bald Basterd ammette la sua sconfitta a The F-World 136, dicendo che sarà l'inizio della sua rinascita e del risveglio caotico. La settimana seguente Slayer fa intendere la sua volontà a proseguire la rivalità, mentre Kratos ha un dialogo con il vecchio compagno ed attuale leader della Chaotic Existence Black Violence, in cui mantiene le distanze dal gruppo. A The F-World 138, nell'ultima edizione del 2015, il 27 dicembre, Kratos insiste nel volere un confronto verbale con Slayer per sigillare un contratto. The F-World 139 vede i due lottatori lanciarsi una sfida, Slayer sceglie l'Hell in a Cell match come stipulazione.

La battaglia nell'Hell in a Cell match avviene a The F-World 140, il 10 gennaio 2016. Dopo 25 minuti e 24 secondi, Kratos sconfigge Slayer senza riuscire a batterlo con la Feel The Pain, ma con la King of Sparta. Si tratta della preparazione all'imminente Clash of Titans IV dove Kratos e Slayer sono presenti nella Royal Rumble match.

Nel Wrestling Edit

Soprannomi Edit

  • The Greek Warrior (WBFF Wrestling, WTF, Playa, R-Pro, JLW)
  • Bald Basterd (WBFF Wrestling, WTF, Playa, R-Pro, JLW)
  • The Spartan (WBFF Wrestling)

Mosse Finali Edit

  • Feel The Pain (Tornado Forza 5) - schienamento; comune
  • King of Sparta (Black Hole Slam into X-Factor) - schienamento; rara
  • Wait and Tap (Cattle Mutilation) - sottomissione; comune

Trademark Moves Edit

  • Chaotic Soul (Crucifix Stand, poi lancio contro l'angolo o un oggetto contundente)
  • Creeping Chaos (Sitout Full Nelson Atomic Drop)
  • Holy Bridge (Muta Lock modificata)
  • Kratos Leglock (Legdrop seguita da una presa con le gambe, una sopra il collo e l'altra sulla gola)
  • Kratos Stretch (leggera variante della Regal Stretch)
  • Last Breath (Superkick rivolto alla gola che causa soffocamento) - manovra finale all'occorrenza, ma con alto margine d'errore
  • Rope Insanity (New School Rope Walk + Diving Spear)
  • Sparta Kick (Middle Air Big Boot)
  • Temple of Destruction (Musclebuster + Roll-up)
  • Termopili (Two Handed Chokeslam)

Hardcore Moves Edit

  • Ladder Stretch: Kratos usa una scala per comprimere all'interno l'avversario e poi gettarsi sopra il rivale con un Diving Leg Drop
  • New Elevation: Kratos usa il cacciavite per colpire l'avversario in un punto in cui è già stato ferito in precedenza, dandogli così un colpo da cui non può momentaneamente reagire
  • Soul Insanity: Kratos esegue un Belly to Belly Suplex su un Panel of Glass posizionato verticalmente
  • Trust the Fear: Kratos afferra la mazza chiodata e con questa sfiora l'avversario per distrarlo, eseguendo poi una Power Move per metterlo fuori gioco
  • You can't see it: Kratos prende della sabbia e la getta negli occhi del rivale per poi stenderlo con una Power Move

Armi preferite Edit

  • Elmo dell'antica Grecia
  • pannello di vetro
  • sacca con all'interno della polvere proveniente da Sparta
  • scudo con le iniziali J.K. o l'effige di Athena

Stipulazioni a tema Edit

  • Olimpo match: allestimenti dell'arena abbelliti con effici dei tempi antichi, in omaggio agli dei.
  • Greek House of Gods match: simile all'Olimpo match, ma con maggiori riferimenti alla cultura greca.

Fazioni Edit

  • Fondatore e leader del Violence Club (membri: The Destroyer, Avernus, Bass, James McFist, Jeff Hygthler, "Mr. Nightmare" Brad Smith)
  • Fondatore e leader della Chaotic Existence (membri: Black Violence, Jacob Lamda, Psycho Roman, Malcolm Clark, Cactus Mike, "Wizard" Eddie Dryward)

Brani d'Ingresso Edit

  • Tema attuale: Immediate Music - "Serenata Immortale" (WBFF Wrestling, La Playa, R-Pro)
  • Tema della Chaotic Existence: Immediate Music - "Lacrimosa" (WBFF Wrestling)
  • Tema di Maskos: Skid Row - "Youth Gone Wild" (Jack Leone Wrestling)

Catchphrases Edit

  • "Mark my words, mark my g'damn words..." - "Ricordati delle mia parole, ricordati delle mie stradannatissime parole."
  • “A shield and an helmet. This is my way to be a Greek Warrior” - "uno scudo ed un elmo. Questo è il mio modo di essere un Guerriero Greco"
  • "I’m the God of myself” - "io sono il mio stesso Dio"
  • "Me, a human being no more" - "Io, non più un essere umano"
  • “One day I’ll die too. Now I’m going to kick your ass” - "Un giorno morirò anch'io. Ora, sto per prenderti a calci nel sedere"
  • "I'm the Bald Basterd and I don't give a damn!" - "Sono il pelato basterdo e non me ne frega nulla"
  • "In the name of Nyarlathotep, che creeping Chaos beside you" - "Nel nome di Nyarlathotep, il caos strisciante oltre a te"

Titoli Vinti e Riconoscimenti Edit

WBFF Wrestling

  • 1x Undisputed WBFF Heavyweight Championship [31 marzo 2010 - 30 aprile 2010]
  • 1x WBFF Survival Championship [30 aprile 2006 - 01 maggio 2006] - ritirato dalla dirigenza
  • 1x WBFF Deadly Shiver Championship [29 marzo 2015 - 29 marzo 2015] - perso immediatamente in un rematch contro Malcolm Clark.
  • Leader di due stable: Violence Club; Chaotic Existence
  • Best Feud of the Year (2015): John Kratos vs Malcolm Clark
  • Best Match of the Year (2015): Sheenan vs John Kratos (Extreme Desperation 2015)

Wrestling Triumph Federation

  • 1x WTF Total Championship [10 aprile 2016 - in corso]

La Playa Wrestling Stars

  • 1x King of La Playa [19 dicembre 2014 - 10 febbraio 2015]

Consejo Americano Luchadores / Full Wrestling Federation

  • 1x CAL/FWF World Trios (Chaotic Existence, w/ Brad Smith & Jacob Lamda) [24 dicembre 2011 - 29 marzo 2012], vinto a CAL "Función de NAVIDAD 2011" - ritirato dalla FWF Board

E-Wrestling Press

  • Partecipante al Two Worlds One Cup come rappresentante della Grecia su 64 lottatori totali. Turno raggiunto: quarti di finale, partecipazione allo show di assegnazione del vincitore.

Curiosità Edit

  • Kratos prova un'avversione naturale verso le cinture. "Non voglio che la mia carriera venga definita da quanti titoli ho vinto o quanti giorni sono stato campione. Le cinture non fanno per me, voglio solo delle belle storie!" Non a caso, i suoi regni non hanno mai superato i 60 giorni.
  • La maggior parte delle sue manovre trademark hanno nomi associabili alla mitologia greca. Lo Sparta Kirk referenzia invece il film 300 e la 'famosa scena del calcio spartano'.
  • Kratos continua a negare ogni volta che si associa il suo nome al Kratos protagonista della serie God of War. Secondo lui "è una pura coincidenza, il mio cognome non è poi così strano: Kratos significa 'potere', se ero giapponese di cognome facevo 'Chikara'. Anche lui ha un problema con gli dei? Bene, molto bene!
  • Il lottatore tende ad usare diversi riferimenti letterari, ad esempio la Chaotic Existence e la mossa Creeping Chaos sono ispirati dalla mitologia di H.P. Lovecraft.
  • Il soprannome Bald Basterd è ispirato al film Inglorious Basterds di Quentin Tarantino.
  • Non è mai stato imbarazzato dalla sua 'testa pelata', anzi, ritiene che faccia bene al suo look. Kratos ha dichiarato di non avere un solo capello in testa da prima ancora del ventesimo compleanno.
  • Una nota particolare è il suo alter ego travestito da donna Amelia Kratos in WBFF Wrestling. Il lottatore dice che si tratta soltanto di finzione, un suo omaggio personale ad uno fra i personaggi di Twin Peaks.
  • Un suo alter ego nel Wrestling è stato quello di Maskos, seguace di Prometeo, una gimmick fasulla che serve a celare la sua identità sia in WBFF Wrestling che nella Jack Leone Wrestling.