FANDOM


Camelot Kingdom Wrestling
HJO2o7o

Stato

Stati Uniti

Fondazione

Novembre 2006

Fondata da

King Arthur

Sede principale

New York

Persone chiave

King Arthur
Mefisto
Scudiero
KC Manson

Settore

Wrestling

Slogan

Semper fidelis cavalieri

Sito web

Camelot Kingdom Wrestling

Pagina Facebook

Sunday Night Avalon

Pagina Facebook

E-fed Wrestling World

La Camelot Kingdom Wrestling (CKW) è stata una federazione di wrestling statunitense fondata nel novembre 2006 a New York.

In realtà tale nome risaliva al gennaio 2015: infatti la federazione nacque con il nome di Camelot nel novembre 2006 da un progetto di King Arthur, fondatore e storico proprietario della federazione. Il primo circuito indipendente di Camelot fu FreeFederation (FF) sino alla seconda metà del 2013, anno in cui passò a Cyber Wrestling Community (CWC). Nell'ottobre 2015 in seguito alla chiusura di CWC fece il suo esordio su Wrestling of Justice (WOJ) con una puntata speciale di Sunday Night Avalon datata 18 ottobre 2015. Vi rimase sino al novembre 2016.

La Excalibur Arena è il luogo dove si è svolto da sempre il programma televisivo settimanale di punta della CKW: Sunday Night Avalon. L'arena è posizionata tra la settima e la trentaseiesima strada di New York. I programmi televisivi settimanali si sono svolti la domenica e il mercoledì, mentre gli programmi gli eventi a pagamento (PPV) di Camelot si sono svolti sempre la domenica. CamelotMania è l'evento a pagamento più importante della CKW: ne sono state realizzate e combattute nove, ma è dal 2012 che si è iniziato a porre la numerazione. Nel 2016 è stata proposta CamelotMania 5 dopo il grande successo avuto dall'edizione precedente.

Al 2017 la rosa della CKW era divisa in due categorie: la classica che presenta atleti maschili e la categoria femminile chiamata Ladies. Tuttavia il 28 giugno dello stesso anno Arthur si è dimesso dal ruolo di presidente del consiglio di amministrazione e la federazione ha deciso di sciogliersi e chiudere, pur passando a una nuova gestione sotto il nome di Chronos Knights Wrestling.

Concetto di Camelot Edit

Come lascia intendere il nome della federazione il concetto dietro Camelot è inspirato alla materia di Bretagna e al ciclo arturiano, tanto che il fondatore e proprietario di Camelot è conosciuto come King Arthur. Anche il nome di Mefisto, lo storico amministratore generale di Inferno, sembra essersi inspirato al Mefistofele e al personaggio omonimo, ricorrente nella cultura popolare tedesca per indicare un diavolo e quindi gli inferi, da qui il nome Inferno come rosa di Camelot. Ciò vale anche per le tante rose di Camelot, il cui nome si riferisce spesso al ciclo letterario legato al mito di Artù (Avalon, Excalibur e la stessa Camelot). La rosa di Reptile aveva meno riferimenti al ciclo bretone, ma rimaneva comunque nel folclore medievale: esempio di ciò era il logo di Reptile, che non rappresentava un semplice rettile, bensì un serpente-drago, simbolo ancora presente nel logo più recente di Camelot. Il nome stesso dell'arena principale di Camelot è Excalibur Arena e anche i titoli di Camelot riflettevano ciò. Più in generale Camelot è una federazione di wrestling che si è inspirata alla cultura e al folclore medievale: esempi di ciò sono i motti di Camelot come «Lasciate ogni speranza, o voi che entrate» e «Semper fidelis cavalieri», oltre a stipulazioni originali come la Ocean Rumble e il King of the Castle, incontri ambientati rispettivamente in una nave nel bel mezzo dell'oceano e in un castello.

Storia della federazione Edit

FreeFederation Edit

Gli inizi (2006–2007) Edit

La federazione Camelot nacque a fine novembre nel 2006 sul circuito indipendente di FreeFederation – FF da un progetto di King Arthur, ma non fu facile l'adattamento di Camelot: molte erano le federazioni presenti e l'arrivo di un nuovo concorrente non venne subito ben visto. Molte furono le critiche rivolte a Camelot, tra cui spiccava in particolare: «Una nuova federazione che non durerà nemmeno tre giorni». Al circuito di FreeFederation appartenevano più di quindici federazioni e ai primi posti figuravano Red Power e Wanted, che Camelot voleva raggiungere. Venne cosi scelto il primo nome per la rosa principale: Inferno. Come avrebbe poi riferito King Arthur la scelta di questo nome aveva un doppio significato: serviva un nome corto, semplice da ricordare e che poteva attirare interesse. Solo successivamente Arthur dichiarò che le parole che aveva ricevuto al suo arrivo gli fecero pensare: «Criticate senza conoscere? Bene, ora scatenerò l'inferno e farò la storia di questo sport!». La rosa di Inferno aveva tra le sue file sei atleti quando usci il primo evento, altra scelta che fu criticata poiché no si riteneva possibile creare uno spettacolo con sei atleti. Arthur non voleva aspettare oltre e cosi la prima scaletta di Sunday Night Inferno presentò tre incontri singoli e altrettanti segmenti di presentazione della rosa e del proprio parco atleti. Il primo incontro che chiuse quella puntata di Sunday Night Inferno fu quello tra Abeltaker e Moraiolo. Camelot necessitava di un capo addetto alla creazione dello spettacolo vero e proprio sotto le direttive dell'amministratore generale Mefisto e del fondatore e proprietario Arthur, che si affido a Sistos: dopo il primo programma televisivo si iniziò la pianificazione dei successivi, ma dopo il secondo spettacolo Sistos iniziò a non presentarsi alle riunioni del consiglio di amministrazione, ritardando quindi i successivi eventi. Questo non piacque al presidente del consiglio di amministrazione Arthur – molto scrupoloso sulla puntualità – che decise pertanto di licenziare Sistos e prendere se stesso le redini della stesura dello spettacolo: è cosi che nacque Scudiero, considerato uno dei migliori capi della squadra creativa che FreeFederation abbia mai avuto.

Inferno e inizio dell'ascesa (2007–2008) Edit

Nel 2007 Camelot iniziò l'organizzazione nota come «totale gestione»: Arthur insieme a Scudiero iniziò a dare vita alla prima rosa di nome Inferno, il cui primo amministratore generale fu Abel. In poco tempo Camelot e Inferno scalarono le classifica di importanza diventando la federazione e la rosa più popolare: non solo le critiche cessarono, ma venne anche lodata per la qualità dei suoi eventi e spettacoli, ampliando ulteriormente il proprio staff e parco atleti. Il circuito di FreeFederation ebbe un'improvvisa crisi finanziaria che l'avrebbe portato alla bancarotta, ma Camelot continuò con il suo progetto e molti atleti e membri dello staff di altre federazioni ormai in bancarotta decisero di unirsi al progetto di Arthur che portò alla nascita di due nuove rose: Excalibur e Reptile.

Excalibur e Reptile (2008–2009) Edit

Una delle regole di FreeFederation era che la federazione poteva ottenere un secondo marchio e rosa al superamento di una certa soglia di impiegati, comprendendo anche membri dello staff e atleti. Camelot sfruttò questa regola per creare Excalibur – che doveva essere un al livello di Inferno con nuovi atleti provenienti da altre federazioni decadute – e Reptile, una rosa di sviluppo. Per i primi mesi le tre rose di Camelot produssero un certo numero di eventi e spettacoli, ma i problemi finanziari di FreeFederation si fecero talmente gravi da forzare Camelot – l'unica federazione del circuito in buone condizioni finanziarie – a trovare un nuovo circuito indipendente. Tuttavia Camelot decise di migliorare ulteriormente le proprie finanze per cercare di fare ripartire il circuito di FreeFederaion.

Il primo fallimento di FreeFederaion (2009–2010) Edit

Dopo il fallimento di FreeFederaion il 2009 e il 2010 furono gli anni più difficili di Camelot: Excalibur venne sacrificato e chiuso per lasciare spazio al promettente Reptile che stava crescendo di anno in anno. Excalibur pagò l'avere tutti gli atleti che a causa di precedenti problemi di FreeFederaion avevano perso interesse e la bancarotta del circuito provocò l'abbandono di molti, mentre Inferno e Reptile rimasero gli unici parchi atleti che Camelot vantava sino a quando Arthur decise di dimettersi dal consiglio di amministrazione. Per non lasciare i suoi atleti e impiegati senza lavoro le rose della federazione vennero lasciate in vita, ma nomi e gestioni vennero cambiate in modo che nulla potesse essere associato a Camelot. Tutti coloro sotto contratto con Camelot vennero avvertiti del cambio di gestione e a tutti fu permesso di cambiare federazioni o rosa, ma ciò non avvenne per la loro fedeltà a Camelot.

La consacrazione e la bancarotta di FF (2011–2013) Edit

Nel 2011 Arthur annunciò il suo ritorno come proprietario di Camelot dopo la ripresa di FreeFederation, che tuttavia un primo momento non accolse bene la richiesta di ritorno poiché la dirigenza che prese il suo posto anni prima era malvista e la federazione rischiava il fallimento, che però non era da imputare al fondatore Arthur. Dopo un primo tentennamento il presidente di FreeFederation decise di accettare il ritorno di Arthur per salvare la federazione dal fallimento, essendo Camelot considerata tra le federazioni più importanti nella storia del circuito. Arthur tornò alla gestione di una federazione con due rose: Inferno e Reptile, con quest'ultimo che ottenne anche il suo primo programma televisivo settimanale (Wednesday Night Reptile) dopo che i suoi spettacoli erano principalmente per il pubblico dal vivo. Arthur fece da mediatore nell'acquisto di numerosi atleti per Reptile, considerato sempre come la rosa di sviluppo di Camelot, ma al tempo stesso al livello di quella di Inferno. Come risultato di ciò Camelot fu premiata con numerosi riconoscimenti agli annuali FreeFederation Awards: Inferno venne premiato come migliore rosa del 2012, mentre Camelot fu premiata per la migliore storia del 2012 (quella del periodo dei Dark Knights), a cui va aggiunto il premio di migliore atleta dell'anno (Best Wrestler) a Aenigma e quello di migliore buono dell'anno (Best Face) a Dave Bautista, entrambi atleti di Inferno. Inoltre a FreeFederationMania II Duke Fleed vinse la Royal Rumble che comprendeva i migliori atleti delle varie federazioni di FreeFederation. Tuttavia appena dopo un ulteriore successo con CamelotMania III il circuito di FreeFederation fu nuovamente colpito da un'improvvisa crisi finanziaria che vide l'arresto per adempienze del proprietario e presidente del circuito: a causa di ciò Arthur non volle avere più nulla a che fare con FreeFederation.

Cyber Wrestling Community (2013–2015) Edit

Dopo il fallimento di FreeFederation nel 2013 Camelot passò al circuito Cyber Wrestling Community, meglio noto come CWC. Dopo alcuni cambi nel consiglio di amministrazione, nello staff e nel parco atleti Camelot fece il suo primo giro del mondo con spettacoli estivi con il CamelotMania Revenge Tour prima dell'inizio della nuova stagione dei suoi due programmi televisivi di punta: Sunday Night Inferno e Wednesday Night Reptile. Nei due anni con il circuito CWC si ebbe un biennio di continuità come qualità, arrivando infine all'unione delle due rose per formare il marchio Avalon e il suo programma televisivo settimanale Sunday Night Avalon. Il 2015 segnò anche l'abbandono di Kevin Steen, uno dei più grandi atleti e membri della squadra creativa di Camelot, che dal gennaio 2015 cambiò nome in Camelot Kingdom Wrestling, adottò CKW come acronimo e decise nuovamente di cambiare circuito – ritenendosi superiore alla CWC.

Wrestling of Justice (2015–2016) Edit

Nel ottobre 2015 la CKW entrò a far parte come membro esclusivo del circuito indipendente di Wrestling of Justice, noto anche come WOJ. Nonostante degli ulteriori cambi nel consiglio di amministrazione e tra i membri dello staff e del parco atleti, inclusi due nuovi commentatori televisivi come Derrick Hall e Julian Perry in sostituzione degli storici Illustrissimo e Maestro, si mantenne comunque sulla qualità – considerata dalla critica sempre tra il «buono» e l'«ottimo» – grazie anche ai nuovi membri del consiglio di amministrazione e della squadra addetta alla stesione creativa quali Chiaki Kuryama e Mary Elise Adams, oltre agli storici Arthur, Mefisto e Scudiero, insieme ai nuovi innesti nel parco atleti. Inoltre la CKW riportò la categoria femminile con rispettive atlete e titoli, chiamata Ladies, che si dimostrò essere uno dei punti cardini della federazione – tanto da arrivare a chiudere diversi eventi e spettacoli con incontri femminili – e che venne lodata dalla critica. Nello stesso periodo la CKW strinse un'alleanza con altre federazioni indipendenti formando la E-Fed Wrestling World (EWW). Nel novembre 2016 la CKW decise di abbandonare la WOJ dopo il fallimento delle altre federazioni membri della EWW e di diventare per la prima volta indipendente.

Camelot Kingdom Wrestling indipendente (2016–2017) Edit

Il giorno stesso della separazione dalla WOJ il presidente Arthur ha trovato diverse offerte da circuiti e federazione indipendenti, tra cui la federazione di Evil Blade. Alla fine però nel novembre 2016 – a dieci anni dalla fondazione – la CKW ha deciso di diventare una federazione completamente indipendente, volendo evitare di cambiare circuito ogni paio di anni. Tuttavia appena dopo CamelotMania 6, disputatosi il 18 giugno seguente, Arthur ha deciso di dimettersi dal ruolo di presidente del consiglio di amministrazione. Senza di lui anche gli altri membri del coniglio di amministrazione – incluso Scudiero e la leggenda della CKW KC Manson – hanno deciso di dimettersi, pertanto la federazione è stata dichiarata chiusa sino all'eventuale ritorno di Arthur. Nel frattempo Arthur ha comunque trovato un accordo per una nuova gestione della federazione (nominata Chronos Knights Wrestling e mantenendo la sigla CKW, passando dalla Britannia arturiana all'antica Grecia e Roma, con nuovi loghi e titoli, rendendola di fatto una nuova e a se stante federazione – la storia di Camelot inizia e finisce con Arthur), così da non fare perdere il lavoro a wrestler, arbitri e altri membri della rosa e dipendenti di Camelot, liberi di andare in altre federazione o rimanere con la nuova gestione.

Dirigenza e staff Edit

FondatoreKing Arthur

Proprietario – King Arthur

Membri del consiglio di amministrazione – King Arthur, Mefisto, Chiaki Kuriyama, Mary Elise Adams, Scudiero

Amministratore generale – Mefisto

Commentatori televisiviDerrick Hall, Julian Perry

Annunciatrice sul ringHolly Simond

IntervistatriceEveline Brooks

ArbitriAzza lo Sfigato (capo arbitro), Lorenzo Rufus, James Livia, Alex Pascus, Andrew McCally

Titoli Edit

Eventi e spettacoli Edit

PPV principali Edit

Cronologia PPV del passato Edit

Altri eventi Edit

Programmi televisivi Edit

Camelot come e-fed Edit

  • Come e-fed Camelot nacque nel novembre 2006 su FreeFederation – FF, sito che permetteva la creazione libera di una propria federazione di wrestling. Nelle vesti di proprietario l'utente King Arthur fondò Camelot come punto di ritrovo per gli amici di sempre appassionati anche loro di wrestling e un luogo di ritrovo dove potere al meglio impersonare il proprio lottatore-personaggio.
  • A partire dal 2008 si passò da un gruppo di amici (anche nella vita reale) a un gruppo di venti utenti uniti solo dalla passione per il wrestling. Camelot proponeva qualcosa di nuovo e questo venne apprezzato dal sito: non solo Camelot presentava sfide avvincenti e coinvolgenti nei propri spettacoli, ma aveva un forum molto attivo e lo stesso Arthur era attivo su più fronti come quello per migliorare la visualizzazione degli eventi. Fu sotto richiesta di Arthur che l'amministratore del sito FreeFederation decise di inserire i codici per mettere i testi colorati (a inizio 2007 gli incontri di wrestling venivano ancora solamente scritti usando il nero classico) e personalizzare ancora di più il proprio spettacolo. Fu Sunday Night Inferno il primo spettacolo a usare dialoghi tra gli atleti con colori diversi per rendere la cosa più leggibile e fu sempre Sunday Night Inferno a introdurre foto e GIF animate negli eventi di FreeFederation. Camelot e Sunday Night Inferno riuscivano a mettere in atto quello che altri invece pensavano senza agire: la forza di Camelot in quei periodi era proprio questa, oltre a continue novità e un gioco fluido e semplice. Tuttavia il wrestling in Italia diminuì con l'interesse e continui problemi del sito stesso di FreeFederation fecero abbandonare molti utenti e numerose federazioni. Camelot continuò con il suo progetto e numerosi utenti di altre federazioni ormai chiuse decisero di unirsi al progetto di Arthur che prevedeva altre due rose, Excalibur e Reptile: infatti una delle regole di FreeFederation era che la federazione poteva aprire altre rose come parte della stessa federazione al superamento dei venticinque utenti e una Camelot in continua ascesa possedeva più di cinquanta utenti, quindi per esigenze di trama, di spazi e di gestione nacquero due nuove rose che andarono ad affiancare quella principale di Inferno, cercando comunque di renderle tutte di pari livello..
  • Dopo ulteriori problemi al sito il 2009 e 2010 furono gli anni più difficili di Camelot: Excalibur venne sacrificato e chiuso per lasciare spazio al promettente Reptile, sempre in crescita. Excalibur pagò l'avere tutti utenti che già dopo i problemi del sito avevano perso interesse e dopo un ulteriore problema del sito la maggiore parte degli utenti abbandonarono, mentre Camelot rimaneva con Inferno e Reptile. Le storie continuavano a susseguirsi sino a quando Arthur decise improvvisamente (per nuove regole al sito, per poco tempo personale e in particolare per la vera mancanza di un amministratore che potesse sviluppare progetti che lui e il sito richiedeva) di abbandonare la sua gestione e chiudere Camelot. Per non lasciare i suoi utenti senza gioco e divertimento le rose della sua federazione vennero lasciate in vita, ma nomi e gestioni vennero cambiate in modo che nulla potesse essere associato a Camelot. Gli utenti vennero avvertiti del cambio di gestione e a tutti fu permesso di cambiare federazione o rosa, ma ciò non avvenne per la loro fedeltà a Camelot.
  • Nel 2011 avvenne il ritorno di Arthur, ma il sito in un primo momento non accolse bene tale richiesta poiché la dirigenza che prese il suo posto anni prima portò malessere nel sito, sebbene esso non era da associare né a Camelot né allo stesso Arthur, visto che le azioni non furono svolte da lui e che le persone a cui lui lasciò si dimostrarono in un primo momento motivate e capaci di gestire una federazione. Dopo un primo tentennamento l'amministratore stesso decise che Camelot doveva tornare su FreeFederation perché considerata tra le federazioni che più di tutte avessero segnato la storia del sito stesso, così Arthur tornò con il suo modo di fare, alcuni fedeli utenti e tanto lavoro. In poco tempo gli utenti furono nuovamente attratti dal semplice, ma continuo progetto di Arthur, che riportò come seconda rosa Reptile: molti nomi che partirono da Reptile furono convinti dallo stesso Arthur, che sapeva scegliere i giovani che si affacciavano nel sito in un primo momento e a cui proponeva di aiutarli a crescere in una rosa che poteva aiutarli a giocare in maniera continua. Il punto forte di Camelot è sempre stata la puntualità e lo stesso Arthur ha detto più volte che «la puntualità aiutava gli utenti a restare, commentare e giocare con maggior interesse visto che puntualmente venivano rispettati gli impegni presi dallo staff e si dava modo di giocare». Come conferma di ciò nel 2012 Camelot (in particolare Inferno e i suoi atleti) ha ottenuto diversi premi agli annuali FreeFederation Awards, tra cui quello di migliore rosa dell'anno.
  • Dopo l'abbandono di FreeFederation a causa di un hacker e dall'impossibilità dell'amministratore di recuperare il sito Camelot si trasferì su Cyber Wrestling Community – CWC. Camelot è ancora una volta alle prese con una ristrutturazione interna in un sito che prometteva di stravolgere la giocabilità per quanto riguarda le e-fed. Tuttavia con il passare del tempo tutto ciò è andato scomparendo a causa di abbandoni sul livello gestionale che hanno rallentato il progetto. Per Camelot si è trattato di un biennio tranquillo in qualità di continuità fornendo a tutti gli utenti settimanalmente i propri spettacoli, adottando un nuovo nome e acronimo (CKW) e unendo Inferno e Reptile in un'unica rosa chiamata Avalon: nuove grafiche e nuovi utenti hanno caratterizzato questo biennio su CWC, mentre il 2015 segnò l'abbandono dell'utente Kevin Steen, uno dei più grandi collaboratori di Camelot.
  • Dopo lo spostamento su Wrestling of Justice – WOJ nell'ottobre 2015 Arthur decise di provare nuove esperienze allontanandosi dal gruppo con il quale condivideva il gioco dai tempi di FreeFederation, una scelta che alcuni reputarono troppo facile, ma che prevedeva il rischio di perdere molta utenza secondo altri. Alla fine Arthur ha avuto ragione e molti utenti lo hanno seguito, permettendo subito alla nuova CKW di ripartire ancora una volta. L'avvento su WOJ presentò una novità: il nuovo staff decise di dare vita a un nuovo capitolo e pertanto molti utenti decisero di ripartire da zero con un nuovo personaggio, sia maschile sia femminile dopo il ritorno della divisione femminile intitolata Ladies. Nel periodo in cui la CKW ha vissuto presso WOJ è nata la partecipazione con la E-Fed Wrestling World (EWW), un gruppo di e-fed che collaboravano per rendere il gioco sempre più avvolgente, interessante e vario. Nel novembre 2016 il gestore di WOJ decise di chiudere a causa del fallimento delle altre e-fed presenti nel circuito e solo la CKW continuava a essere attiva proponendo eventi e spettacoli.
  • Con la chiusura di WOJ ci si trovava a scegliere e prendere ancora una volta una decisione: lo stesso giorno della chiusura di WOJ il fondatore Arthur ha trovato accordi per essere ospitato in forum di altre federazioni, prima tra tutte la federazione di Evil Blade, che si era dimostrata entusiasta di potere ospitare e collaborare con la sua vecchia federazione (le strade di Blade con Camelot si divisero quando quest'ultimo volle intraprendere una propria carriera separata da Camelot). Valutando le varie offerte si è arrivati alla conclusione che la CKW e tutti i suoi protagonisti avessero bisogno di una stabilità ed è per questo che nel novembre 2016 – a distanza di dieci anni dalla sua nascita – la CKW ha finalmente una sua nuova casa, un forum dove potere giocare liberamente senza dovere subire chiusure determinate da terzi, venendo tuttavia confermata la collaborazione con la EWW.
  • Il 28 giugno 2017 – dieci giorni dopo CamelotMania 6 – King Arthur ha annunciato il proprio addio, seguito da quelli di KC Manson e Dan Black (noto per i personaggi di El Diablo Rojo, El Diablo Azul e Jack Smith), ponendo fine alla storia di Camelot e iniziando una nuova gestione con la Chronos Knights Federation.