FANDOM


Cain Marko
Marko2
'

Nome

Mark McCain

Ring Name(s)

Cain Marko

Soprannomi

"The Pink Elephant", "The Paradox", "The Ganesh of pro wrestling", "The Fallen God", "Untouchable", "The Hater"

Luogo di Nascita

Lynwood, California

Data di Nascita

06/06/1986

Residenza

Lynwood

Altezza

196 cm

Peso

178.5 kg

Mark McCain (Lynwood California 6/6/1986) è un ex stella del football collegiale ed ex-wrestler della GWF sotto lo pseudonimo di Cain Marko, attualmente è sotto contratto con la federazione di MMA chiamata Impact FC.

Gli IniziEdit

La carriera di Marko comincia alle High school dove egli giocava come linea offensiva nel team di football, la sua mole e la sua aggressività lo rendevano un talento naturale e per questodecise di iscriversi alla University of California dove successivamente avrebbe potuto intraprendere la carriera da professionista. Dopo grandi successi al livello collegiale venne scelto dalla squadra dei Los Angeles Rams nel terzo round del Draft NFL. Poco tempo dopo però un serio infortunio ad una gamba mise fine alla sua carriera. Il mondo del pro wrestling non si fece scappare l' occasione di mettere le mani su un gigante come lui e così smaltito l' infortunio Mark cominciò a muovere i primi imponenti passi nella scena indipendente del wrestling tra Stati Uniti, Europa e Giappone sotto lo pseudonimo di Cain Marko. Dopo un anno e svariati regni da campione di federazioni indipendenti e non, i più prestigiosi dei quali ottenuti in giappone, arrivò la chiamata della GWF alla quale Marko rispose positivamente.

GWF TapOut! (2011 - 2012)Edit

Debutto e feud per il titolo eXtreme
60listvader
Edit

Il debutto sulle scene di Cain Marko è subito di grande impatto. Una serie di promo registrati in degli house show vengono proposti nelle puntate di TapOut! e convincono pubblico e dirigenza a tal punto da decidere di inserire subito il pink elephant nel feud che gravitava intorno alla cintura extreme: quello tra Red Scream e Alex Brextone. La prima vera apparizione di Marko su un ring GWF infatti corrisponde ad un run-in in cui l' atleta attaccava per l' appunto sia l' allora campione che il suo sfidante. Il responso sul personaggio di Marko è così positivo che fin da subito egli oscura Brextone tagliandolo progressivamente fuori dal feud fino a giungere ad infortunarlo, in storyline, costringendolo a mesi di stop. Intorno al titolo quindi rimangono solo Marko e Scream ed inizia una serie di match entusiasmanti che vede la cintura in palio per ben quattro volte. Il rosafante però esce sempre sconfitto e per lui sembra in arrivo la bocciatura. La quarta sconfitta avviene in quel di Endless Night l' ultimo PPV prima dell' appuntamento col grand daddy of them all Forumania e per Marko non ci sembrano più esser emargini per poter raggiungere il titolo extreme. Tuttavia al termine del match viene mandato in onda un video misterioso, culmine di una serie di video da tempo ormai apparsi durante le puntate di TapOut!, al termine del quale fa il suo ritorno in federazione, l' hall of famer e manager del leggendario Auron, Nocturno Culto.
06 Cactus Vader

Marko incoronato extreme champion

L' uomo dichiara di voler "salvare" uno dei due contendenti che il match ha appena visto protagonisti e nonostante il confermatosi campione soffra di gravi disturbi della personalità egli sceglie Marko diventando il suo nuovo manager. Sarà proprio Culto a convincere Scream a concedere un' ultimo re-match a Marko in quel di Forumania che si rivelerà essere l' occasione decisiva. Il match sarà un barbed wire massacre ambulance match e ad andare in ospedale alla fine sarà Red Scream fatto che consacrerà Marko come nuovo campione extreme.

Regno e feud con DarkhaosEdit

Quello di Forumania sarà l' ultimo scontro tra Marko e Red Scream come sottoscritto dalla stipulazione che i due avevano concordato. L' ex UFC dal volto dipinto infatti dopo il PPV verrà draftato a Fear lasciando di fatto tra i due un conto ancora aperto. Marko e Culto intanto iniziano ad avere i primi attriti perchè il rosafante galvanizzato dal titolo che porta in spalle si sente indistruttibile. L' euforia di Marko lo porta ad annientare l' ex Bloody Wrestling Federation Alex Brextone, recentemente tornato solo per questo brevissimo stint, e Walter Arturo entrambi figure legate alla leggenda della federazione DarKhaos, il fallen dragon, attirando di fatto le sue attenzioni. Culto per primo si accorge di tutto ed avverte Marko che uno scontro con Khaos potrebbe essere fatale per il suo regno e lo mette di fronte ad una scelta: o lui o il match con Khaos. Marko accecato da un sentimento di superiorità verso il mondo intero sceglie il match con Khaos rompendo di fatto con Culto. Il manager tuttavia sarà il motivo per cui il pink elephant riuscirà a detenere la cintura in quel di Springtime Massacre perchè solo grazie al suo intervento e ad un colpo di fortuna Marko riuscirà ad uscire dalla gabbia aggiudicandosi lo steel cage match. Il rosafante tuttavia intrigato dalla più ardua sfida della sua carriera se la prenderà con il proprio manager mettendolo fuorigioco forse per sempre. Il feud tra i due non intende fermarsi ed il drago e l' elefante rosa sono ancora una volta uno contro uno in quel di Raining Blooddove stavolta Marko, grazie anche ad un aumento spropositato di peso attuato mediante settimane e settimane di ingozzamenti, riesce a vincere pulito contro la grande leggenda che è Darkhaos mantenendo ancora una volta la cintura salda sulla propria spalla. Nelle settimane successive Khaos svilupperà una sorta di ossessione per Marko che lo porterà a volere un rematch che di fatto non merita così come gli viene ribadito dal GM Anthony Hall che lo ammonisce: sarà Marko a decidere se il match si terrà o meno. Le proposte non tardano ad arrivare ma Marko risponde sempre allo stesso modo, con un no, e così viene sancito un match tra Erik Divey e Jimi Marshall per la contendership al titolo estremo che però Marko interrompe facendolo terminare in no contest. Khaos, che nel frattempo aveva sconfitto Adny Guerrero per ottenere la defunta BWF Hardcore Championship Belt, sempre da mettere in palio per ottenere il rematch, sembra escluso dal triple treath che nel frattempo viene sancito da Hall per il PPV di Giugno Runaway, ma il dragone arriva a mettere in gioco non solo la sua cintura ma la sua carriera e così all' ultimo viene inserito nell' incontro che si trasforma in un fataly four way. Il match sarà solo l' ennesimo confronto tra Khaos e Marko perchè gli altir due partecipanti si riveleranno essere ad un livello inferiore rispetto ai primi e la contesa terminerà con un verdetto insolito: pareggio ! Khaos e Marko sottomettono infatti entrambi nello stesso momento un' altro partecipante non permettendo all' arbitro di dichiarare un vincitore unico, Marko detiene ancora. Il rematch è ora però necessario.

Main Event, perdita del titolo e infortunioEdit

Il risultato di pareggio del PPV appena passato non lascia scampo a Marko: dovrà mettere in palio la cintura di nuovo contro Darkhaos. La cosa però non turba il pink elephant che con un cambio di atteggiamento desi suoi passa dal rifiutare la sfida in ogni modo a volerla ardentemente. La dir
1340108764

Marko sulla locandina di Extreme Aggression 2012

igenza e particolarmente soddisfatta del lavoro messo in piedi dai due durante gli show settimanali e decide di premiarli assegnando al loro match lo spot migliore al PPV Extreme Aggression, quello del Main Event che i due on screen si guadagnano dominando un torneo che vedeva frapposti una serie di coppie formate da campione e sfidante che si sarebbero poi scontrate al PPV. La stipulazione del match è spettacolare quanto merita un main event di un ppv, Khaos vs Marko 3 sarà infatti un Hell in a Cell.Il match sarà epico. La contesa verrà valutata con il massimo dei voti nel review del PPV e verrà candidata a match of the year per i futuri Awards e, con essa, anche il feud potrà essere candidato come feud of the year, come già si era rumoreggiato per il feud Mrko vs Scream. Ad uscire vittorioso da questa contesa è stavolta Darkhaos il quale si presenta per la prima volta su un ring con il nuovo e misticheggiante attire da lui soprannominato Dragon Reborn e, dopo aver fatto subire a Marko bump impressionanti tra i quali spicca una caduta dal tetto della struttura sul tavolo dei commentatori e una finisher eseguita sempre sul tetto che sfonda lo stesso facendo cadere entrambi sul ring il quale collassa, strappa la cintura al rosafante. Nonostante l' andamento del match e gli spot fossero stati ampiamente pianificati da i due qualcosa va storto e Marko s' infortuna ai legamenti del ginocchio destro (infortunio già patito ai tempi del draft NFL) quando il match non è ancora terminato e decide comunque di continuare aggravando un danno che si sarebbe potuto rivelare lieve e causando a se stesso uno stop forzato di tre mesi che, di fatto, vanifica un push pianificato per lui dalla dirigenza che lo avrebbe portato a contendersi il titolo mondiale contro uno dei due campioni del momento.

Il ritorno (2012 -2014)Edit

Death n' ParadoxEdit

Il ritorno di Marko al wrestling avviene durante la puntata di GWF Fear che segue il PPV chiamato No Excuses. Dopo essersi ripreso dall' infortunio al ginocchio che lo aveva costretto ai box, rivelatosi poi meno grave del previsto, e dopo aver fatto una comparsata in quel di Montecarlo partecipando ad uno show ECF combattendo contro la leggenda del business "Astonishing" Max Cougar, il rosafante fa il suo ritorno spiazzando tutti e rivelando di aver formato un nuovo tag team affiancandosi all' ex Mark Tyler, anche lui fresco di ritorno sulle scene, ora chiamato Mr. Slenderman. La coppia si chiama Death n' Paradox e Marko ricopre il ruolo dell' alfiere del paradosso portando le sue contraddizioni fino all' esasperazione più estrema. Il due di big men riceve subito i consensi del pubblico e della critica ed in poco, sconfiggendo i Justice Hooligans altro team recentemente formatosi che per altro vede tra i suoi componenti Red Scream vecchio rivale di Cain durante lo storico PPV GWF Destiny 8, si candida come no.1 conteder per il titolo di categoria detenuto dagli NBN. Il feud è agli inizi e subito il rosafante riesce nuovamente a stupire battendo in maniera pulita il simbolo della federazione Herr Morbid. Questa grande vittoria, tuttavia, sarà paradossalmente solo l' inizio di una serie di pesanti battute d' arresto per Marko che quasi sempre coincideranno con sconfitte per il suo team. Per ben tre volte infatti gli NBN riescono a difendere il titolo schienando tutte e tre le volte proprio il rosafante. Nonostante le molte sconfitte a GWF Survivor Series i Death n' Paradox s

30krgqr

Dn'P & JTM sulla locandina di Endless Nigth

configgono i JTM Connected, team formato da Jimi Marshall e Trane, e riconquistano lo status di no.1 contenders. La vittoria del titolo arriverà in quel di Last Ride ultimo ppv dell' anno targato GWF grazie allo schienamento proprio di Marko favorito dalla presenza tra il pubblico di Shane Hero e la conseguente distrazione su Matt Rock.

Il passo successivo per i campioni di coppia sarà un feud combattuto contro i JTM Connected che guadagneranno il titolo di contenders alle cinture dopo la dipartita degli NBN dalla divisione tag team. L' intera faida sarà incentrata sulla auto dichiarata totale superiorità dei campioni e sul fatto che, sempre secondo i Dn'P, Trane, il writer di colore, sia l' anello debole del team e sia lui che impedisce a Marshall di fare il grande salto. I mindgames dei campioni avranno un enorme successo che andrà oltre le molteplici difese titolate e si spingerà fino al proprio apice quando durante un tag team steel cage match a Endless Night (ultimo PPV prima di FM9) Jimi Marshall deciderà di gettare al vento la possibilità di diventare campione e tradire il proprio amico e compagno lanciandolo dalla sommità della gabbia nelle grinfie di Cain che lo colpisce con un supeman-punch riuscendo ad ottenere la vittoria per il suo team.

Road to ForuMania IXEdit

Dalle azioni dei campioni tuttavia si ha la reazione opposta a quella pensabile. La divisione dell' unico team rivale infatti invece di decretare la morte della divisone tag team crea un effetto domino che porta alla creazione di molte nuove coppie come i Black Storm (Trane & Brock Hell), i Soulles Failure (Jimi Marshall & Erik Divey) e il team di Mambo & Stephan Beckett. Mambo in particolar è quello che più mette in difficolta Marko e Slenderman perchè il primo trova in lui l' unico che può tenergli testa fisicamente e il secondo, per ragioni legate al suo passato, si trova sempre bloccato al suo cospetto. I campioni di coppia ad ogni modo trovano il modo di imporsi su tutti mediante attacchi alle spalle o interruzione dei match valevoli per la contendership ma tutto ciò gli si rivolterà contro perchè a FM IX la categoria che hanno tentato di distruggere verrà loro messa contro nella sua interezza ! Il match annunciato sarà infatti un Fataly Four Way Tag Team Match.

A Forumania i campioni difendono con successo le cinture, ma il titolo passa comunque nelle mani della Squadriglia Team Italy la sera seguente! E' proprio Marko a causare, inspiegabilmente, il passaggio di cinture presentandosi alla difesa titolata da solo e dichiarando di essersi sbarazzato di Slenderman perchè secondo lui l'incappucciato sarebbe stato, in futuro, la causa della sua fine.Pers i titoli e liberatosi di Slendermen, Marko ritornerà in singolo incrociando di nuovo, seppur non a lungo, la strada di DarKhaos.

Tournament of Blood: l'ascesa e il declino di GaneshEdit

Marko viene invitato dal Fallen Dragon a competere in questo torneo ideato dallo stesso DarKhaos e con in palio una shot al titolo mondiale. Marko durante il percorso rappresentato da questo torneo comincia a manifestare misteriosi doti divinatorie lasciando credere di poter predirre il futuro, un futuro che lo vede vincitore e prossimo campione. Disputa il primo match di qualificazione a Tap Out prima di Raining Blood, sconfiggendo Vongola e qualificandosi per il turno successivo. Come ogni superstite del ToB, Marko è impegnato ogni settimana in scontri e prove sempre diverse, al fine di ottenere un vantaggio nel torneo. Vantaggi di cui però non ha bisogno e, a Runaway, Marko sconfigge in un cage match DarKhaos e Borges, fuggendo dalla gabbia mentre Borges tratteneva DarKhaos e qualificandosi per la finale contro Tyler Tarantino. Man mano che il torneo avanza Marko è sempre più convinto di essere diventato qualcosa di nuovo: un dio, il nuovo dio del wrestling, il Ganesh del pro-wrestling e che è nel suo destino vincere il torneo ed il titolo del mondo. E, ad eXtreme Aggression, Marko vincerà il Tournament of Blood.

Avendo vinto la shot, Marko ha diritto a lottare contro il campione di Tap Out, Ace, per il titolo mondiale. Tuttavia, in una scelta definita discutibile da molti, non sarà un ballo a due, ma vedrà l'inserimento di Perfection che, a Summergeddon, schienerà proprio Marko (anche se poi Dumas incasserà la sua shot). Marko lotterà ancora una volta per il titolo mondiale a No eXcuses ma, ancora una volta, esce sconfitto dal match titolato ed il suo push sembra finire. Con la fine del sostegno dirigenziale le certezze del Marko on screen si sgretolano e dell'arrogante dio Ganesh rimane solo un'insicura e paranoica controfigura che si soprannomina "Fallen God" facendo il verso al Fallen Dragon per un'ultima provocazione

LimboEdit

Nei mesi successivi Marko fatica a trovare una collocazione all'interno delle gerarchie di Tap Out, lottando qua e là in scenari secondari. Dopo le Survivor Series, Marko trova apparente nuova linfa nel suo ultimo interlocutore: la maschera abbandonata di DarKhaos (da poco ritiratosi). Cain Marko parla spesso di un "grande piano" e la sua strada torna ad incrociarsi, violentemente, con il suo vecchio tag team partner, Slenderman.

Death VS Paradox Edit

Il deadman infatti fa il suo ritorno in federazione proprio venendo a contatto con Marko ma annunciando che la storia tra lui ed il suo ex compagno è finita per sempre e che non intende avere mai più niente a che fare con lui. Un annuncio del genere non può passare inosservato e mentre Slenderman si trasferisce a Fear, Marko comincia a pensare che tutto quanto stia accadendo nella sua vita sia parte di una macchinazione attuata proprio dalla morte per vendicarsi di lui e per farlo fuori una volta per tutto. Il “grande piano” di Marko viene messo allora in atto e potrebbe essere sintetizzato in un “tieni gli amici vicini e i nemici ancora più vicini” che si traduce in una comportamento ossessivo di Marko che tormenta Slenderman interferendo nei suoi match, obbligandolo a fare coppia con lui ed arrivando fino a procurargli prima, e impedirgli di sfruttare poi, una shot al titolo sorrow.

Slenderman vede messa a dura prova la sua pazienza ma quando vede sfumare ogni opportunità titolata non legata ad una reunion forzata dei Dn’P, come Marko vorrebbe, decide di farla finita e dopo aver accettato di collaborare abbandona Marko al suo destino, ripetendo la scena avvenuta nel post FM IX e, di fatto, facendo si che i folli sproloqui del fallen god si rivelassero verità.

E’ l’inizio della fine.

Slenderman e Marko daranno vita ad un feud molto sentito da entrambi, fatto di violenza e di scontri frontali più che di parole e mind-games, tutto il contrario di quello che è stato invece il build-up a tale rivalità. I match tra i due si susseguiranno in un escalation di brutalità che vedrà delinearsi una situazione di sostanziale pareggio in quel di Forumania X quando Cain Marko eliminerà Slenderman nel NWO Match, costandogli un’altra opportunità titolata.

Il capitolo finale si avrà la puntata di TapOut! post FM quando Marko sfiderà Slenderman per la resa dei conti finale assumendo che ne tester uno solo. A rimanere in piedi sarà alla fine la morte, che prevarrà sul paradosso e che decreterà il ritiro di Cain Marko dal mondo del pro-wrestling.

Secondo stint (2015 - present) Edit

Cain Marko
Born 06/06/1986
Lynwood, California
Nickname "The Hater"
Nationality American
Listed height 1.96 m
Listed weight 136.5 kg
Division Super Heavyweight
Style Wrestler
Fighting out of London, Englad
Association Impact FC
MMA Record
Wins: 7

Loss: 4

GWF Fear e il secondo feud con Darkhaos Edit

Ad una sola settimana dal ritiro dalle MMA e dal falso annuncio di ritiro definitivo dai riflettori Mark McCain torna a vestire i panni di Cain Marko interrompendo il primo promo da ritrovato campione del suo antico mentore e rivale Darkhaos. I due si trovano faccia a faccia ad anni di distanza dall'ultima volta entrambi privati della propria maschera, depurati da ogni forma di eccesso e sovrastruttura della propria personalità, al culmine del proprio percorso di maturità e finalmente pronti per lo scontro finale che i fans da tempo desideravano.

Carriera nelle MMAEdit

Forse deluso dalla scarsa considerazione che il management GWF pare avere di lui, Cain Marko debutta (con il suo vero nome) nel mondo delle arti marziali miste. Questo suo percorso inizia sotto promettenti auspici, sconfiggendo due avversari nel giro di due giorni, entrambi per TKO ed entrambi sconfitti sotto i due minuti.

L'imbattibilità e la notorietà del gigante fanno scalpore e lo portano presto ad ottenere un contratto da professionista offertogli da una federazione giapponese, terra dove Marko/McCain è molto famoso visto i suoi trascorsi come wrestler indipendente, la FNPFC. I risultati con la federazione giapponese tuttavia non saranno dei migliori. Mark, infatti, disputerà un solo incontro, durante l'evento FNPFC Rage in the Cage III, perdendo contro Jon Dough in soli 27 secondi tramita un KO che risulterà, per altro, il KO della serata. La federazione deciderà dopo alcuni mesi di chiudere la divisione super-massimi tagliando quindi anche Mark McCain.

Il super-massimo viene tuttavia contattato dalla federazione londinese Impact FC che gli propone un contratto che McCain firma senza troppe esitazioni. L’ex pro-wrestler si trasferisce allora a Londra e in breve comincia a seminare il panico nella divisione arrivando al primo ppv della stessa ad essere tra i contendenti per l’assegnazione del primo titolo supermassimi della storia della federazione contro Maximillian Xezeron.

Marko perderà incontro e titolo subendo un grave contraccolpo mentale e fisico che lo porterà a perdere la foga che ha caratterizzato l’inizio della sua carriera e, sopratutto, a tante, troppe sconfitte.

Risultati nelle arti marziali miste Edit

Risultato Record Avversario Metodo Evento Data Round Tempo Città
Vittoria 7-4 Shane Delgado TKO (colpi) Impact MMA 34 9 Luglio 2014 1 2:59 Londra, Inghilterra
Sconfitta 6-4 Fat Burger KO (pugno) Impact Saturday Night Rumble 4 14 Giugno 2014 3 0:05 Londra, Inghilterra
Sconfitta 6-3 Calm "like a" Bomb KO (colpi) Impact 16 24 Maggio 2014 2 0:34 Londra, Inghilterra
Vittoria 6-2 Harrison Cambroy TKO (taglio) Impact 13 9 Maggio 2014 1 1:59 Londra, Inghilterra
Sconfitta 5-2 Maximilian Xezeron KO (calcio alla testa) Impact FC Title Fights 19 Aprile 2014 1 2:56 Londra, Inghilterra
Vittoria 5-1 Tom Jones Submission (RNC) Impact FC Battle for the Belts 29 Marzo 2014 1 2:57 Londra, Inghilterra
Vittoria 4-1 Left Hook KO (colpi) Impact Mid-week Maul 1 19 Febbraio 2014 1 1:55 Londra, Inghilterra
Vittoria 3-1 Michal Krajewski TKO (colpi) GWF on Tour 5 Febbraio 2014 1 4:43 Tokyo, Giappone
Sconfitta 2-1 John Dough KO (pugno) FNPFC Rage in the Cage III 22 Gennaio 2014 1 0:27 Tokyo, Giappone
Vittoria 2-0 Clifton Parks TKO (colpi) GWF on tour 24 Dicembre 2013 1 1:44 Goteborg, Norvegia
Vittoria 1–0 Terrence Lang TKO (colpi) GWF on tour 21 Dicembre 2013 1 1:59 Stoccolma, Svezia

Vita PrivataEdit

Cain Marko è felicemente sposato con una ragazza conosciuta ai tempi dei tryout della NFL e di cui poco ci è dato sapere visto la riservatezza che il wrestler mantiene per quanto concerne la sua vita privata. Quello che sappiamo è che Marko è un accanito fan di football americano e che oltre al wrestling ed alle MMA la sua passione è la grafica per il quale possiede un discreto talento che utilizza per personalizzare il proprio ring attire e molti altri per i suoi colleghi oltre a collaborare con il reparto grafico della GWF e della FNPFC per quanto riguarda la realizzazione dei poster dei PPV.

Marko è benvoluto da tutti nel backstage e si dice che al di fuori del quadrato sia l'esatto opposto del suo personaggio in ring; è stato infatti più volte definito "troppo buono" dai suoi colleghi durante interviste fuori gimmick.

Marko è stato un fattore rilevante nell' avvenuta collaborazione tra GWF e ECF poichè nel tempo aveva sviluppato un' ottima amicizia con Jimmy Barbaro , owner ECF, fungendo così da tramite tra le due federazioni in senso positivo.

CuriositàEdit

Cain Marko ha più volte dichiarato che se non fosse diventato un wrestler avrebbe voluto divenire parte del mondo della grafica vista l' impossibilità di proseguire nel football professionistico

Durante il feud con Darkhaos il fallen dragon ha concesso a Marko parte del suo tempo per allenarlo personalmente sgrossandone i difetti ed affinandone il moveset in maniera importante come da Marko stesso dichiarato. "Ho imparato più da Khaos in un mese che in anni nelle indy".

Marko collaborava come creative alla gestione dello show di sviluppo della GWF chiamato Hope nonostante il poco tempo passato come membro attivo della federazione fintanto che tale show è stato di dominio esclusivo della GWF.

Cain Marko si batte, concedendo gratuitamente la propria immagine agli enti adibiti, per la salvaguardia delle specie in via d' estinzione ed in particolare contro la caccia degli elefanti e contro il loro sfruttamento nei circhi.

Da quando ha iniziato la sua carriera nelle MMA Cain Marko ha perso l'impressionante ammontare di 90kg rimanendo comunque un peso-supermassimo.

Nel WrestlingEdit

Finishers:

  • Paper Elephant (Moonsault)
  • Elephant Graveyard (Koji Clutch)
  • The Broken Fang (Swinging Reverse STO)
  • Elephantocracy (Superman Punch)

Trademarks:

  • Proboscidea (pop up european uppercut)
  • Para-Plex / Ganesh-Plex (fisherman suplex con ponte)
  • OH YES! (cannonball senton)
  • Pink Trunk Neckbreaker (Swinging Argentine Neckbracker)
  • Elephant Press Slam (military press slam)
  • Elephant Press Back Breaker (military press back breaker)
  • DarKhaos Deadly Treatment (Eye Rake followed by Stomp on his opponent foot, followed by Knee to his opponent stomach and Impaler DDT) come tributo a Darkhaos

Managers:

  • Nocturno Culto (2012)

Theme Music:

  • Pink Elephant on Parade (Dubstep rmx) - Daladubz (debutto - 2013)
  • Get Up! - Korn [with Mr. Slenderman as Death n' Paradox] (debbutto team - 2013)
  • Genesis - Justice (2013 - ritiro)

Championships and AccomplishmentsEdit

Pro Wrestling:

  • 1 time GWF eXtreme champion
  • 1 time GWF Tag Team champion (with Mr. Slenderman as Death n' Paradox)
  • 2012 "new entry of the year" award winner
  • 2012 "bump of the year" award winner
  • 2013 "TOP Match of the year" winner (vs Duke Mambo @TapOut!)

Mixed Martial Arts:

  • 1 time Impact FC "KO of the night" award winner
  • 2 times Impact FC "fight of the night" award winner